Valorugby Emilia sostiene il progetto Viva Vittoria e la ricerca scientifica

Stampa articolo Stampa articolo

Il mondo dello sport continua a sostenere il progetto Viva Vittoria senza sosta. Martedì 15 ottobre alle ore 18 nello spazio di vicolo Trivelli 4 nel centro di Reggio Emilia arriverà la delegazione di giocatori e dirigenti di Valorugby Emilia.

Si punta all’ambizioso traguardo di 2.300 coperte assemblate – composte dai quadrotti in maglia 50×50 cm, realizzati a ferri o uncinetto – per ricoprire con due strati piazza Prampolini sabato 26 e domenica 27 ottobre.

Le coperte, che saranno trasferite in piazza dallo spazio di vicolo Trivelli con una spettacolare catena umana all’alba, saranno vendute per raccogliere fondi che verranno destinati al Laboratorio di Ricerca dell’I.R.C.C.S. Azienda Santa Maria Nuova/Ausl di Reggio Emilia.

Ad accogliere i Diavoli, oltre alle tante volontarie che si alternano per tenere aperta la sede e assemblare le coperte, ci sarà Roberto Piccinini, coordinatore di Senonaltro, associazione che sostiene le donne in cura per il tumore al seno e coordina su Reggio il progetto Viva Vittoria: “Siamo felici che il rugby abbia sposato la causa perché riconosciamo nei loro valori fondanti: coraggio, amicizia, generosità, sacrificio e altruismo i punti di contatto con quello che ci spinge ogni giorno ad impegnarci in prima persona nel volontariato e nel sostegno alla ricerca scientifica”.

Abbiamo volentieri aderito al progetto Viva Vittoria perché Valorugby non è solo un progetto sportivo che ambisce a traguardi importanti. La nostra mission è quella di crescere tanti giovani competenti e vincenti; ragazzi con la mentalità giusta per fare bene nella vita. E l’attenzione al bene comune, inteso come sensibilità verso il sociale e alle persone della propria comunità, è uno dei primi valori da portare avanti per ognuno di noi, a maggior ragione nei giovani” – spiega Antonella Gualandri, responsabile comunicazione e relazioni esterne Valorugby Emilia.

Collaborano al progetto Viva Vittoria anche le Associazioni Andos, Aibat, Il Giorno Dopo, La Melagrana e tanti altri partner.

Informazioni: Roberto 3495936762, Barbara 3487959598, Federica 3384625605.

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento