Migliorata dalla missione in Romania

Stampa articolo Stampa articolo

Mi presento: mi chiamo Chiara, ho 18 anni e quest’anno ho deciso di partire per la Missione in Romania.
Cosa mi ha spinto a farlo, sinceramente, non lo so: la voglia di partire in Missione era già iniziata qualche tempo fa, ma la scelta di andare in Romania è avvenuta per puro caso, anche se preferisco pensare che sia tutto un disegno e non una semplice casualità.

All’inizio avevo paura, soprattutto ero un po’ dubbiosa riguardo i miei futuri compagni di viaggio.
Prima di partire abbiamo seguito un percorso tutti insieme, fatto di momenti di riflessione ma anche di spensieratezza, durante i quali abbiamo imparato a conoscerci. Due momenti mi sono rimasti impressi nella mente: il primo incontro dove, per la prima volta, abbiamo parlato di noi stessi rispondendo a tre domande – “Perché partiamo?” “Dove siamo” e “Quali paure abbiamo?” – e il momento in cui ci hanno conferito il mandato missionario. Due incontri importanti: uno, che segnava l’inizio del nostro percorso missionario e l’altro che concludeva e iniziava quella che sarebbe stata l’esperienza più bella di sempre.

Leggi tutto l’articolo di Chiara Bassi su La Libertà del 9 ottobre

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento