Il popolo dell’Amazzonia

Stampa articolo Stampa articolo

La seconda scheda preparata dal Centro Missionario Diocesano

Il bacino amazzonico è il più grande del mondo, 6,7 milioni di chilometri quadrati, circa 30.000 specie di piante, più di 4.000 specie animali, 1.100 fiumi… La foresta genera la pioggia che irrora buona parte del Sud-America; un patrimonio incredibile da difendere per il bene di tutti, ma che l’ingordigia umana sta distruggendo. Per questo l’ecologia è uno dei temi del Sinodo, ma non dobbiamo dimenticare che l’Amazzonia non è solo alberi e fiumi: è terra di persone.

É terra abitata, c’è un’umanità che vive, c’è una Chiesa che sta camminando e se il mondo è interessato a queste terre si deve avvicinare con rispetto. Vivono nella regione amazzonica 30 milioni di persone, con una complessità culturale in continua evoluzione. Tra questi vi sono tre milioni di indigeni, che rappresentano 390 popoli differenti. Ognuno di questi popoli rappresenta un’identità culturale particolare, una visione del mondo specifica.

Leggi tutto l’articolo a cura del Centro Missionario Diocesano su La Libertà del 9 ottobre

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento