Al via la nuova stagione del Piccolo Teatro in Piazza di Sant’Ilario

Stampa articolo Stampa articolo

La nuova stagione teatrale del Piccolo Teatro in Piazza di S. Ilario d’Enza nasce originale per 3 motivi: inizia prima del solito (giovedì 3 ottobre), inizia con un film-documentario, inizia con un ospite e una conversazione. Il documentario, proposto alla presenza del regista Martino Lo Cascio che al termine converserà col pubblico, ha per titolo “Effatà Road” e racconta di un cammino per le strade della Sicilia di quattro giovani migranti (Gambia, Kashmir, Nigeria, Burkina Faso) che attraversano lentamente i paesaggi siciliani, luoghi della frontiera dove la bellezza si mescola alle difficoltà di vita. Fanno da guida, a coppie, per altrettanti personaggi famosi (un attore, un sindaco, uno scultore, un comico).

Passo dopo passo, fra imbarazzi e illuminazioni “on the road”, si conoscono e si scambiano memorie e prospettive. Nella seconda parte del documentario ascolteremo il padre di una giovane vittima del naufragio del 3 ottobre 2013 a Lampedusa. E assisteremo a una doppia emozionante commemorazione a Lampedusa e a Castellammare del Golfo presso il cimitero dove riposano alcuni migranti vittime innocenti di questa strage insensata.

Iniziare il 3 ottobre assume quindi il significato simbolico di una celebrazione che afferma che i giorni non sono tutti uguali ed è bene ricordare i nomi e le storie individuali più che le categorie (i migranti) che fanno presto a diventare stereotipi indistinti. Il documentario di Lo Cascio, fratello del più noto attore Luigi, comunica con sobrietà la naturalezza del quotidiano di otto persone che dialogano in quattro paesaggi diversi: senza criminalizzare né ripetere soluzioni ideologiche né urlare slogans.

Insieme al regista palermitano parteciperà alla serata un testimone d’eccezione: Malamine Ba è un ragazzo senegalese di 22 anni, che da gennaio svolge servizio civile volontario presso l’Oratorio di S. Ilario; racconterà del suo viaggio di 3 mesi per arrivare qui, parlerà di avventure tremende, delle carceri libiche dove ha visto di tutto e, ciononostante, di grandi speranze.

Ingresso libero

Giornata mondiale della memoria e dell’accoglienza

In ricordo dei sommersi, camminando con i salvati, Proiezione del documentario EFFATA’ ROAD, regia di Martino Lo Cascio

 

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento