Due anniversari a Ruy Barbosa

Stampa articolo Stampa articolo

Festeggiati il 60° della Diocesi e il 25° di servizio episcopale del pastore de Witte

Sono partito con un gruppo di sei ragazze per il campo estivo in Brasile, nella diocesi di Ruy Barbosa, Bahia, ed abbiamo vissuto per tre settimane un’immersione nel tessuto sociale, ecclesiale e politico di un pezzo del Brasile, un pezzettino piccolo rispetto all’immensità di questo continente che appartiene alla realtà dell’America Latina. Posso dire che siamo stati sulle strade della diocesi di Ruy Barbosa, con la valigia sempre pronta per essere disfatta e rifatta, perché si cambiava posto; ma è stato anche un modo di incontrare tante persone, varie famiglie che ci hanno ospitato, progetti portati avanti dai volontari che lavorano là, e soprattutto abbiamo visto volti, di bimbi, di donne, di gente di strada che con certezza ci hanno fatto entrare in una realtà che spesso vediamo distante o che non ci appartiene. Ma questo credo sia stata la ricchezza di questo viaggio.

Poi io mi sono fermato alcuni giorni in più per partecipare alla romaria vocazionale che la Diocesi aveva organizzato per festeggiare i 60 anni della Diocesi di Ruy Barbosa e i 25 anni di episcopato di dom André de Witte, attuale vescovo. Non è stata fatta in Ruy Barbosa, nella cattedrale, ma in un povoado della parrocchia di Itaberaba, Alagoas, e che è ben conosciuto per la presenza, diversi anni fa, di una donna che per la gente è già santa, che si chiamava Maria Nilza e che dedicò la sua vita a servizio dei poveri e dei sofferenti.

Continua a leggere l’articolo di Luigi Gibellini su La Libertà del 18 settembre

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento