Monsignor Giovanni Costi sacerdote da 60 anni

Stampa articolo Stampa articolo

Mons. Giovanni Costi ricorderà i sessant’anni di sacerdozio domenica 15 settembre a Talada nel corso della solenne concelebrazione che presiederà alle ore 10.00 nella chiesa di San Michele Arcangelo.

Nato a Tripoli (Libia) il 26 novembre 1935, don Giovanni è stato ordinato presbitero dal vescovo Socche il 28 giugno 1959; il suo primo incarico pastorale è stato di vicario cooperatore in Santo Stefano città (1959-1960).

I dodici lustri di sacerdozio di mons. Costi sono contrassegnati da intensa attività di studio e di insegnamento.

Ha frequentato a Parigi l’Institut catholique dal 1968 al ’70 conseguendovi il diploma in pastorale catechetica e la laurea in teologia; a Venegono (Milano) ha conseguito la licenza in teologia.

La storia della Chiesa, in particolare quella reggiano-guastallese, rappresenta uno degli eminenti interessi culturali di mons. Costi, direttore del Centro diocesano studi di storici di Marola e curatore della monumentale “Storia della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla”. E’ socio effettivo della Sezione di Reggio Emilia della Deputazione di Storia Patria per le Antiche provincie Modenesi; autore di numerosi e qualificati contributi, dal 2016 organizza l’annuale convegno dell’Abbazia di Marola.

E’ stato a lungo insegnante e direttore del triennio teologico pastorale e direttore dlela scuola di formazione teologica e dell’istituto di scienze religiose.

Parroco di Sologno e Carù dal 1972 al ‘76, canonico del capitolo della cattedrale, ha ricoperto l’incarico di condirettore dell’Ufficio catechistico diocesano e di direttore per un biennio di quello regionale; è stato  direttore spirituale del seminario vescovile, vicario episcopale per la montagna (2000-2006) e insegnante nello studio teologico interdiocesano.

Domenica 15 settembre, dopo la celebrazione eucaristica avrà luogo alle ore 11.00 la presentazione del volume “Talada terra di San Michele nel Millenario”.

g.a.rossi

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento