Reggio Emilia ricorda la tragedia di Marcinelle e i caduti sul lavoro in Italia ed all’estero

Stampa articolo Stampa articolo

Si ricorda in particolare la tragedia dell’emigrazione italiana a Marcinelle-Le Bois du Cazier l’8 agosto 1956

Sabato 3 agosto 2019, alle ore 17.30, nel Parco della Pace (direzionale San Pellegrino, via Gandhi) Reggio Emilia commemora la tragedia di Marcinelle e rende omaggio ai caduti sul lavoro in Italia ed all’estero.

Il programma prevede gli interventi dell’assessore a Bilancio e Welfare del Comune di Reggio Emilia, Daniele Marchi, del consigliere Filef Reggio Emilia, Kemais Messaoud e di Davide Vasconi del Dipartimento salute e sicurezza Cgil Reggio Emilia.

La cerimonia sarà l’occasione per ricordare la tragedia dell’emigrazione italiana a Marcinelle – Le Bois Du Cazier (Belgio), avvenuta l’8 agosto 1956: a causa di un incendio propagatosi all’interno di una miniera di carbone, persero la vita 262 uomini di 12 diverse nazionalità. Gli italiani erano 136: fra questi vi erano diversi cittadini reggiani.

L’incendio, a causa di un errore umano, si diffuse rapidamente in tutto il giacimento. Prima di quella tragedia, mai una miniera aveva pagato un simile tributo di vittime per l’estrazione di carbone dalle sue viscere.

Le conseguenze della catastrofe furono la fine dell’immigrazione italiana verso il Belgio e una regolamentazione più severa in materia di sicurezza del lavoro.

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento