Manodori, Sassatelli presidente

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà del 10 luglio

É Romano Sassatelli il nuovo presidente della Fondazione Manodori. Medico, direttore della struttura di Gastroenterologia Endoscopia Digestiva aziendale dell’Ausl-Irccs di Reggio Emilia, già componente del comitato scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità e presidente di società scientifiche nazionali, fa parte di numerose gruppi di studio e ricerca ed ha al suo attivo docenze specifiche. Il nuovo Consiglio generale dell’ente si è riunito il 4 luglio per la prima volta e ha eletto il presidente all’unanimità scegliendo tra i propri membri. Sassatelli era già componente del precedente consiglio generale ed è entrato a far parte del nuovo per nomina diretta della Fondazione Manodori. Il presidente resterà in carica per quattro anni.

Il consiglio generale, organo d’indirizzo dell’ente, è ora formato da Daniele Cottafavi, Celestina Tinelli, Anna Colombini, Marco Incerti Zambelli, Ivan Lusetti, Paolo Pignoli, Alessandro Munari, Leonello Guidetti, Enea Burani, Giuliano Tagliavini, Luigi Grasselli, Diego Noci.

Gianni Borghi, presidente uscente della Fondazione Manodori dopo un mandato di dieci anni, ha fatto gli auguri per un buon lavoro al nuovo presidente e al Consiglio e ha espresso “il proprio ringraziamento a tutti gli enti, le istituzioni, le associazioni e ai consiglieri uscenti con cui si è operato in questi anni per mettere in campo progetti ed iniziative a favore della nostra comunità. Auspico – ha detto ancora Gianni Borghi – che il lavoro fatto insieme abbia avuto ed abbia una forte ricaduta sociale per lo sviluppo e il benessere del territorio reggiano”.
Il presidente Sassatelli e il Consiglio generale continueranno questo percorso con uno spirito di responsabilità e collegialità.

 

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento