Il Cammino di Rolando

Stampa articolo Stampa articolo

Iscrizioni aperte al pellegrinaggio diocesano del 14-15 settembre

Pellegrini per Cristo, in compagnia del Beato Rolando, alla ricerca di ciò che veramente conta nella vita e la rende lieta. È questo il senso del Cammino diocesano proposto ai giovani, studenti e universitari, e agli adulti, che vogliono accompagnarli, per affidare il nuovo anno di studio al materno amore della Vergine Maria e all’aiuto del Signore.
Due giorni, per vivere un’intensa esperienza di comunità, nell’amicizia gioiosa, nell’aiuto reciproco, nel canto, nel gioco, nella preghiera.

L’appuntamento è per sabato 14 e domenica 15 settembre 2019. Le iscrizioni: sono già aperte ed è bene non aspettare l’ultimo momento per segnalare la propria volontà di aderire, al fine di evitare problemi organizzativi. Partecipare è semplice, basta inviare una mail, con i propri dati, a pievesanvalentino@gmail.com. Per informazioni: 338.2024466. sul sito www.pievesanvalentino.it tutti i dettagli tecnci.

L’esperienza del pellegrinaggio è profondamente radicata nella visione umana e cristiana della vita. Tutti siamo pellegrini nel tempo, in cammino verso una meta che vorremmo fosse di bene, ma che non conosciamo. Chi partecipa al Cammino lo fa perché sostenuto, a volte inconsapevolmente, da un’attenzione tenera al fiorire della propria umanità, da un’insopprimibile desiderio di felicità, dalla ricerca di utilità per il proprio studio e lavoro quotidiani, dal chiarirsi della propria vocazione nel mondo. Insieme si cammina, volgendo lo sguardo, con l’aiuto degli amici, a Colui che, solo, può dare risposte vere alle attese del cuore. Così la vita può diventare bella, gioiosa, ricca di significato e di amore come è stata quella di Rolando, per il tempo in cui gli è stato dato di viverla.

Il programma
Il Cammino di Rolando, pellegrinaggio diocesano, avrà inizio alle ore 7.30 di sabato 14 settembre dalla Pieve di San Valentino (via Rontano 7, Castellarano, Reggio Emilia). Qui vi sarà la preghiera per ottenere l’intercessione del seminarista martire, la benedizione e la distribuzione ai partecipanti di un santino con una piccola reliquia del Beato, per accompagnare l’anno di studio. Poi si partirà a piedi per raggiungere, lungo i più bei sentieri matildici dell’Appennino reggiano, prima Viano, per il pranzo al sacco, e poi San Giovanni di Querciola, per la cena e il pernottamento in tenda. Domenica 15 settembre, alle ore 7 dopo la colazione, si proseguirà il Cammino per raggiungere la Pieve di Santa Maria Assunta a Marola (via del Seminario 12, Carpineti, Reggio Emilia). Il nostro Vescovo, monsignor Massimo Camisasca, guiderà personalmente l’ultima parte del pellegrinaggio diocesano, e, all’arrivo, entrerà con i pellegrini nella Pieve di Santa Maria, dove celebrerà la Messa festiva, alle ore 12.30. Seguiranno il pranzo, presso il Centro diocesano di spiritualità “Seminario di Marola”, i canti insieme e il saluto del Vescovo.

Continua a leggere l’articolo di Emilio Bonicelli su La Libertà del 3 luglio

 

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento