Correggio produce 2019, galleria di fatti e personaggi

Stampa articolo Stampa articolo

Anche quest’anno la fiera di san Quirino a Correggio è stata accompagnata da una nuova edizione di “Correggio produce”, volume giunto nel 2019 alla trentottesima uscita. La pubblicazione è attesa ogni anno e rappresenta un punto di riferimento per la diffusione della storia locale di Correggio.
“Correggio produce” propone ogni anno una selezione di volti, storie, famiglie, imprese e istituzioni culturali.
Promotore e primo compilatore del volume (edito dallo Studio Lobo di Correggio) è il direttore Umberto Borghi. Sull’edizione di quest’anno Umberto è autore di oltre sessanta pagine.

Dopo una selezione di lettere e testimonianze giunte a casa Borghi negli ultimi dodici mesi (da uno scritto del Monastero di Santa Chiara a Correggio a un messaggio di Ferdinando Taddei, già rettore dell’Università di Modena, passando per una lettera di Graziano Delrio e gli auguri di Pasqua di monsignor Daniele Gianotti), Umberto ha raccolto le ricerche più recenti nella sezione “Tra cronaca e storia. Fatti e personaggi correggesi”.
Le pagine centrali della sezione sono dedicate alla memoria di don Cristoforo Borghi (1601-1677) il cui lascito fu determinante per la nascita dell’Università di Modena. “Il testamento di don Cristoforo Borghi a favore della Congregazione di San Carlo per istituire Letture Pubbliche, scrive il professor Taddei nel 2006, può considerarsi l’impulso decisivo per l’avvio dell’Università di Modena alla fine del XVII secolo. La riconoscenza che gli è dovuta merita un più ampio riferimento all’uomo e alla sua iniziativa”. A don Cristoforo, propone Umberto insieme ai parenti Borghi, chiediamo che sia intitolata la nuova sede universitaria di viale Timavo a Reggio. “Nessun altro personaggio, pure illustre, che può essere ricordato e onorato in tutta la Regione ha titolo specifico in merito”.

Leggi tutto l’articolo di Emanuele Borghi su La Libertà del 3 luglio

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento