Il Maggio da mezzo secolo a Costabona

Stampa articolo Stampa articolo

A partire dal 14 luglio quattro appuntamenti di teatro popolare all’aperto

Entra nel vivo la stagione estiva 2019 del teatro del Maggio, una tradizione popolare ben radicata nel nostro territorio appenninico e tenuta in vita grazie alla passione degli interpreti attori che puntualmente ogni anno mettono in scena questa forma di teatro popolare.
Gli spettacoli si svolgono all’aperto nelle radure e fra i castagni.
A Costabona è utilizzata da sempre la storica carbonaia dove una volta si produceva appunto il carbone.
La compagnia del Maggio di Costabona è attiva sul territorio ininterrottamente dal 1962, anno in cui si costituì grazie al prezioso e fondamentale contributo dato dal compianto maestro Romolo Fioroni; infatti, fu grazie a lui che si riprese l’attività dopo la parentesi del periodo bellico, perché il Maggio a Costabona esisteva già nell’Ottocento, ma dal 1962 non si è mai saltato un anno.
Il componimento messo in scena quest’anno è “Antigone”, scritto proprio da Fioroni.

Le date previste sono 14 luglio a Costabona, sabato 20 luglio a Cinquecerri (Ventasso) giovedì 15 agosto a Costabona; il gran finale della rassegna si terrà a Cervarolo domenica 25 agosto e vedrà la partecipazione di tutte le compagnie ancora in attività: Asta, Val Dolo e Costabona.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento