Giornata Internazionale della Dante Alighieri

Stampa articolo Stampa articolo

Si è celebrata in data 29 maggio, come ogni anno, la Giornata Internazionale della Dante Alighieri in Sala del Tricolore a Reggio Emilia con la presenza di autorità, sponsor, studenti, famiglie, dirigenti e docenti delle scuole partecipanti ai sei concorsi indetti dalla Società per l’anno 2019 .
“Per la prima volta la Dante può sottolineare il patrocinio del Comune e della Provincia alle sue iniziative”: così ha esordito la nuova presidente, professoressa Giovanna Iori, salutando tutti i convenuti e ringraziando in particolare le Istituzioni, gli sponsor e la Fondazione Manodori per il continuo sostegno e la particolare sensibilità, nonché il Consiglio direttivo reggiano e della sede di Guastalla, nelle persone di Elena Cavazzoli e Piergino Chittolini.
Presenti tra le autorità rappresentanti di associazioni e dirigenti scolastici, che certamente sostengono la motivazione degli allievi nella partecipazione alle iniziative proposte dalla Dante.

I concorsi banditi mirano, come sempre, a premiare le eccellenze e i talenti degli allievi impegnatisi, con senso critico e competenza, nell’approfondimento della propria preparazione e cultura nelle diverse discipline.
“La Dante Alighieri porta nel mondo non solo la conoscenza e la diffusione della lingua e della cultura italiana ma anche valori educativi e sociali”, ha affermato poi la presidente. Quest’anno il convegno della Dante si terrà a livello internazionale a Buenos Aires, il 18-20 luglio, a testimoniarne l’apprezzamento in ogni parte del mondo.

L’assessore Raffaella Curioni, dopo il canto dell’Inno nazionale, ha sottolineato l’importanza dell’investimento, come priorità e scelta dell’Amministrazione comunale, su educazione, giovani e scuole reggiane, prime nel mondo nel settore dell’infanzia, e ha auspicato che tutto il sistema scolastico reggiano ne possa seguire le tracce. Ha ringraziato la Dante Alighieri, presente nel tessuto urbano in tante iniziative, ricordando anche l’impegno delle “maestrine d’Italia” alle quali la Dante ha dedicato un monumento.

Quest’anno il Comitato provinciale reggiano ha sponsorizzato la seconda edizione del concorso sull’aforisma, intitolandolo alla presidente onoraria Edmea Aldegarda Sorrivi, anch’essa presente, avvalendosi non solo della collaborazione di Anna Antolisei e di Lidia Sella, rispettivamente presidente e consigliere dell’AIPLA (Associazione Nazionale per l’Aforisma) ma anche di un giovane reggiano, il dottor Stefano Elefanti, che si occupa, per passione, di letteratura e aforismi e ha collaborato con la Dante locale.

Continua a leggere l’articolo di Maria Alberta Ferrari su La Libertà del 12 giugno

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento