Povertà educativa, sfida alla comunità

Stampa articolo Stampa articolo

Giovedì alle 17 convegno al Museo Diocesano promosso dalla Caritas

Da La Libertà del 12 giugno

Giovedì 13 giugno alle ore 17 presso la sala del Museo Diocesano si terrà il convegno dal titolo “Osservare lontano. Le sfide della povertà educativa alla comunità”, organizzato dalla Caritas Diocesana di Reggio Emilia – Guastalla in collaborazione con il servizio “Servizi sociali e Intercultura” del Comune di Reggio Emilia.
L’intento è quello di riflettere e di approfondire la tematica della povertà educativa partendo dall’esperienza pluriennale del “Fondo Famiglia per la Formazion”e che nei diversi anni ha dato risposta a quasi 600 famiglie sul territorio diocesano (si veda la locandina dell’evento, a fianco).

Dopo i saluti iniziali del vicario episcopale per il coordinamento degli uffici pastorali diocesani don Pietro Adani, la prima parte, dal titolo “Le povertà educative come ostacolo alla crescita della persona” prevede l’intervento di Pierpaolo Triani, docente di Pedagogia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano e Piacenza.
Il professor Triani, che da anni collabora con diversi soggetti anche del nostro territorio sul tema della povertà educativa e dell’abbandono scolastico, ci permetterà di osservare come l’assenza di strumenti educativi incida sullo sviluppo cognitivo.

Il secondo intervento più di carattere sociologico, dal titolo “Povertà educativa e culturale: definizioni e dimensioni” sarà a cura di Walter Nanni, componente dell’Ufficio Studi e Ricerche di Caritas Italiana, che da anni collabora con “Save the Children” e altri enti di ricerca sulla tematica educativa, curatore della parte statistica del volume “Uno zaino da riempire” che in questi giorni sarà presentato al MIUR, che presenta un quadro sociologico sia nazionale che europeo.

Un terzo intervento dal titolo “Di generazione in generazione: ereditare la povertà”, curato dal sottoscritto, referente del progetto Fondo Famiglia per la Formazione della Diocesi di Reggio Emilia – Guastalla, descriverà quanto osservato in questi sei anni di attività nel contesto locale.
L’attenzione sarà focalizzata in particolare sul tema della povertà generativa e dei meccanismi che predispongono a carriere di povertà, prendendo quella educativa come caso di studio concreto.

Le conclusioni e il rilancio sul futuro saranno affidati al direttore della Caritas diocesana Isacco Rinaldi.
Importante: per l’iniziativa è stato richiesto accreditamento all’Ordine Assistenti Sociali dell’Emilia Romagna.
La partecipazione al convegno è ad iscrizione obbligatoria contattando il numero 0522.922520 oppure scrivendo una mail all’indirizzo alberto@caritasreggiana.it.

Alberto Pighini

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento