Cultura della Festa e cultura della Bici

Stampa articolo Stampa articolo

Sabato alle 17 al Parco Cervi di Reggio è «Bike Party»

Dopo il successo delle prime due edizioni, ritorna anche quest’anno Bike Party, la festa su ruote dedicata alla mobilità sostenibile che sabato 8 giugno (ore 17) vedrà protagonisti i cittadini per una dolce invasione di biciclette – obiettivo numero 1.000 – lungo le strade del centro storico di Reggio Emilia.
Quest’anno Bike Party nasce in stretta collaborazione con i giovani di Fridays For Future, il grande movimento studentesco, nato proprio in risposta all’attivismo di Greta Thunberg, che negli ultimi mesi sta spingendo migliaia di ragazze e ragazzi a scioperare il venerdì e a riunirsi nelle piazze di tantissime città per rivolgersi ai governi, chiedendo a gran voce azioni concrete contro i cambiamenti climatici e reclamando il proprio diritto al futuro.

“Si tratta di una presenza della quale siamo particolarmente orgogliosi – chiosa Paolo Bedogni, direttore organizzativo dell’iniziativa – perché Bike Party nasce proprio come iniziativa di sensibilizzazione della cittadinanza. Il futuro è in mano ai giovani”.
Fridays For Future non è solamente scioperi o manifestazioni. Infatti, in questi mesi, gli studenti reggiani hanno dimostrato grandissima sensibilità verso i temi ambientali con azioni sociali e politiche lodevoli: pulizia di alcune zone della città, lezioni in piazza con esperti e ricercatori, incontri nelle scuole e in università e campagne di informazione imparziale sulle proposte politiche dei candidati sindaci sui temi ambientali.

“Il nostro impegno non finisce qui perché collaboriamo e siamo orgogliosamente co-promotori di una festa tutta reggiana: il Bike Party 2019”, spiega Cristian Colubriale, referente di Fridays For Future di Reggio Emilia “È importantissimo iniziare un percorso di conversione verso una mobilità sostenibile che permetta di dire «Stop!» all’uso dei combustibili fossili, incominciando dagli spostamenti dei cittadini. Per questo, vogliamo festeggiare insieme alla città ancora una volta, dopo le partecipazioni alla Critical Mass di Reggio Emilia, il mezzo di trasporto più efficiente e soddisfacente: la bicicletta! Il nostro futuro dipende anche dalle nostre abitudini: iniziamo a cambiarle adesso e partecipiamo numerosi al Bike Party!”.

Leggi tutto l’intero articolo su La Libertà del 5 giugno

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento