Ars Ventuno mette in scena 500 attori e danzatori

Stampa articolo Stampa articolo

Sono più di 500 gli allievi di danza e teatro che Ars Ventuno, il centro delle arti di Correggio e Guastalla, metterà in scena nei prossimi giorni con 10 titoli diversi.

Da Shakespeare a Lewis, da Dürrenmatt a Cervantes sono molteplici gli autori ai quali si sono ispirati allievi e docenti dei corsi di danza e teatro. Tanto fermento e positiva energia anima tutti coloro che lavorano alacremente a questo imperdibile appuntamento di fine anno.

Ars Ventuno è una importante realtà del territorio che si occupa di formazione e divulgazione della cultura artistica, teatrale e coreutica che ha da sempre investito nella qualità della didattica e nella pluralità dei linguaggi espressivi. Il risultato è sotto gli occhi di tutti e nei prossimi giorni lo sarà nella veste più appariscente sui palcoscenici del teatro Asioli di Correggio e Ruggeri di Guastalla.

Apre la lunga kermesse lo spettacolo più atteso che coinvolge più di 300 danzatori di hip hop, danza moderna balletto classico, house e brek. Si tratta di OLTRE LO SPECCHIO in scena il 5 e 6 giugno alle 21 all’Asioli che si ispira al secondo libro che Lewis Carroll dedica al personaggio di Alice e che racconta di un altro viaggio che la protagonista fa attraversando uno specchio che separa il mondo reale da quello immaginario. Ars ventuno rielabora l’idea ponendo l’accento sul valore della creatività e del tempo.

Lo spettacolo è di fatti parte del progetto regionale Ars Ventuno 2019 Tempo al Tempo.

I balletti sono curati da Luciana Guidi, Cecilia Ligabue, Caterina Serventi, Magda Sibillo, Fabio Rotelli, Olga Melnyk. Mentre Antonella Panini cura la regia.

Lo spettacolo viene anche rappresentato per 600 bambini delle le scuole primarie di Correggio la mattina del 6 giugno.

A seguire, il 7 giugno, si alternano, sempre sul palcoscenico del Teatro Asioli, bambini e ragazzi che studiano teatro. SOGNI DISPERSI è il titolo che accomuna i cinque spettacoli che dal Sogno di una notte di mezza estate al Don Chisciotte mettono in scena grandi sogni e sognatori.

Alle 19 gli allievi di Elisa Lolli, interpretano Giuliea e Rometto, Una piccola tempesta, Chi ha incastrato Don Chisciotte giochi teatrali su capolavori indiscussi.

Alle 21 gli allievi di Esther Grigoli si cimentano in Una notte di mezza estate, mentre li allievi di Giuliano Brunazzi mettono rendono teatrali elementi di ordinaria quotidianità con La mia prima volta;

Ci si sposta poi al Teatro Ruggeri di Guastalla con VIAGGI PERICOLOSI il titolo che accomuna tre viaggi che interpretano gli attori dai 5 ai 70 anni di Ars ventuno Teatro Guastalla.

L’ 8 giugno alle 21 va in scena Il Guasto, tratto da un radiodramma di Dürrenmatt, che mette in scena un comico processo surreale. Lo spettacolo è interpretato dagli allievi del primo e secondo anno di Ars Ventuno Teatro Guastalla. Firma la regia Antonella Panini.

Il 9 giugno alle 19 vanno in scena i bambini e ragazzi dei corsi di teatro Junior, diretti da Esther Grigoli, con un gioco teatrale ispirato anch’esso all’ Alice di Carroll dal titolo Nella Tana del Bianconiglio. Alle 21 è la volta del mistero con il viaggio più celebre della storia del giallo. Sull’oriente express saliranno gli allievi dei corsi avanzati della sede di Guastalla. Dopo il successo del Macbeth e della precedente Cinderella Ars ventuno chiude questo bellissimo anno che ha visto gli allievi cimentarsi in molteplici iniziative e progetti all’insegna dell’arte.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento