Oratori estivi, festa diocesana degli animatori

Stampa articolo Stampa articolo

Il 6 giugno al «Don Bosco» di Reggio con il Vescovo

Quale straordinaria occasione pastorale sono gli Oratori estivi? Forse più che per i bambini, sono una bellissima opportunità per gli adolescenti delle scuole superiori, che per diverse settimane si rendono disponibili a vivere giornate intense al servizio dei più piccoli. Infatti i grest sono ancora momenti molto attrattivi per questi ragazzi che si ripresentano regolarmente in massa nei nostri Oratori per mettersi a disposizione. Se fanno più fatica ad essere costanti in un cammino annuale, o per altre proposte di gruppo, queste settimane di inizio estate invece risultano essere ancora una soluzione molto affascinante.

Diversi Oratori della nostra diocesi hanno provato (con successo) a trasformare questa esperienza forte in un trampolino di lancio per continuare cammini più profondi, per farsi prendere per mano e continuare a camminare ancora, evitando il take away, o il “mordi e fuggi” superficiale e occasionale. E così piano piano qualcuno è riuscito a generare cammini di fede, di amicizia e di fraternità continuativi, anche se a tanti ancora rimane la domanda su come dare continuità a queste settimane intense.

Su tutto questo, però, c’è una certezza: quei giorni insieme sono una benedizione, perché si possono creare legami forti e profondi, se bravi adulti e sacerdoti educatori sanno approfittarne. Ma soprattutto sono una benedizione i ragazzi stessi. A cui va detto il nostro Grazie come Chiesa, e a cui va fatta sentire tutta l’importanza del ruolo che hanno nei confronti dei più piccoli: essi infatti rappresentano la comunità adulta che si fa famiglia e che accoglie i bambini; rappresentano la Chiesa nella sua maternità e nella sua sapienza educativa; ma rappresentano anche le mani, gli occhi e il cuore di Gesù, Buon Pastore, che ama e si prende cura dei piccoli.

Continua a leggere tutto l’articolo di don Carlo Pagliari su La Libertà del 29 maggio

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento