Ottimo LAVORO, Maestri!

Stampa articolo Stampa articolo

Il Consolato di Reggio Emilia ora conta 219 soci

Quattordici nuovi soci si sono aggregati al Consolato di Reggio Emilia dei Maestri del Lavoro, portando il totale a 219 membri. I momenti dell’ufficialità sono stati due: il 1° maggio a Bologna, nell’Aula magna “Santa Lucia”, sono stati insigniti della “Stella al Merito del Lavoro” alla presenza della Console regionale Alessandra Castelvetri (foto 1); sabato 18 maggio a Reggio, nella sala convegni di Palazzo Cassoli Tirelli, sede di Unindustria, hanno ricevuto il brevetto d’iscrizione sul registro dei decorati dalle mani del prefetto Maria Forte (foto 4). Rallegramenti e complimenti, dunque, ai concittadini che presentiamo nella colonna di destra.

È il caso di ricordare che la “Stella” che comporta il titolo di “Maestro del Lavoro” viene conferita con decreto del presidente della Repubblica su proposta del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. Può essere concessa a coloro che abbiano compiuto i 50 anni di età e prestato attività lavorativa ininterrottamente per almeno 25 anni alle dipendenze di una o più aziende. Al requisito oggettivo si aggiunge una valutazione dei titoli guadagnati sul campo: la persona può essersi particolarmente distinta quanto a perizia, laboriosità e buona condotta morale, essendo cioè di esempio, incitamento e insegnamento agli altri; o può aver migliorato l’efficienza degli strumenti e dei metodi di lavorazione con invenzioni e innovazioni in materia tecnica e produttiva; o avere contribuito in modo originale al perfezionamento delle misure di sicurezza del lavoro; o ancora essersi prodigata per istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale.

Leggi il testo integrale dell’articolo di Edoardo Tincani su La Libertà del 29 maggio

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento