Futuri diaconi: Tommaso Catellani

Stampa articolo Stampa articolo

Tommaso Catellani nasce a Reggio l’8 gennaio 1994, ma vive fin dall’infanzia nella parrocchia di Sant’Ilario d’Enza con papà Angiolino, mamma Sandra e la sorella e il fratello maggiori: Maria Benedetta, sposata con Davide e madre di Pietro, e Luca, sposato con Gloria, in dolce attesa.Benché in famiglia sia il più piccolo, sarà il primo a uscire di casa, come sentiremo. Frequenta a Sant’Ilario l’istruzione familiare alle elementari “Lola Sacchetti” e alle medie “Mariachiara”, poi va al liceo scientifico San Gregorio Magno diplomandosi nel 2013. “Mi ero iscritto al test di Ingegneria meccanica, però non mi sono presentato”, precisa Tommaso. Grande passione per il basket, in parrocchia fa per vari anni l’aiuto allenatore e presta servizio come ministrante, venendo a contatto con il Movimento Familiaris Consortio. Dopo un corso musicale alla scuola “Mavarta” di Sant’Ilario, si lancia anche come batterista.

La vocazione al presbiterato inizia a comparire sul suo radar di studente nell’estate 2012, durante un pellegrinaggio a Roma con il MovGiovani: “Soprattutto – dice il seminarista – ricordo, durante una Messa a Roma, un’esperienza di forte intimità con il Signore al momento della Comunione eucaristica, al punto di domandarmi: perché non posso vivere tutta la vita così?”.

Continua a leggere la storia di vocazione di Tommaso Catellani su La Libertà del 22 maggio

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento