Futuri diaconi: Matteo Tolomelli

Stampa articolo Stampa articolo

Matteo Tolomelli nasce il 21 maggio 1988 a San Martino in Rio. Papà Stefano è medico e mamma Paola insegnante; completano la famiglia di origine le sorelle minori Elena e Ilaria.
La sua carriera scolastica prima del Seminario include le scuole elementari e medie a San Martino in Rio, il liceo “Corso” a Correggio e l’Ateneo di Modena, Facoltà di Giurisprudenza.

Dopo la laurea, conseguita nel 2012, il neo-dottore per circa un anno lavora nello studio legale Zanframundo a Reggio, poi affianca il suo professore universitario nel dipartimento di Modena. Che cos’è maturato nel frattempo nel giovane, tanto da indurlo all’ingresso in Seminario nella festa dell’Esaltazione della Santa Croce (14 settembre) del 2014?

“La mia vocazione al sacerdozio nasce in parrocchia, nel fare del bene insieme, tra amici”, risponde sicuro Matteo. Il campo è quello educativo, “in tandem” tra il gruppo parrocchiale – dove Tolomelli ha visto nel tempo sbocciare in forme diverse, dall’adorazione eucaristica perpetua allo sport, un gruppo accompagnato dalla seconda elementare all’età giovanile insieme a una coppia di sposi – e, dal 2008, i giovani del Movimento Familiaris Consortio, prima come educato poi da educatore.
Esperienze accomunate da una certezza, che Tolomelli spiega così: “L’idea di non essere da soli nel fare il bene, il desiderio di comunità… Da soli ci si perde, insieme le cose fioriscono e ci s’incontra con il Signore”.

Continua a leggere la storia di vocazione di Matteo Tolomelli su La Libertà del 22 maggio

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento