Vasco Ascolini espone a Bibbiano

Stampa articolo Stampa articolo

La mostra è alla Galleria L’Ottagono fino a domenica 26 maggio

La Galleria Comunale d’Arte contemporanea L’Ottagono di Bibbiano ospita, fino al 26 maggio, “Evoluzioni mentali e spirituali”, la personale di Vasco Ascolini. L’inaugurazione si è tenuta l’11 maggio con la presentazione del curatore Silvio Panini.

Vasco Ascolini inizia a fotografare nel 1965. Negli anni ’70 decide di perseguire un cammino “fuori le mura”, non solo cittadine o regionali ma anche nazionali. Molte delle sue immagini sono oggi conservate nei più importanti musei d’arte: Metropolitan Museum, Guggenheim Museum, Moma di New York, Library Collection Artist Files, Victoria and Albert Museum di Londra, Centre Pompidou, MEP di Parigi, Musée Réattu di Arles, Musée Niépce. Nel 1985 la Public Library di New York gli dedica una grande mostra al Lincoln Center. La Francia, tra tutti i paesi, è quella che lo accoglie più attentamente, conferendogli incarichi da realizzare all’interno delle sedi dei più importanti musei nazionali come il Rodin, il Louvre, il Carnavalet, la Bibliothèque Nationale de France, Versailles. Scrivono per lui Les Goff, Gombrich, Sorlin. I lavori realizzati ad Arles, grazie a Michèle Moutashar, gli danno all’estero molta visibilità. Tra gli storici più attenti alla sua produzione ci sono anche: Mussini, Parmiggiani, Zannier, Arrouye, Dall’Acqua, Janus, Lemagny, Quétin, Schwarz, Vercheval, Wood e giovani studiosi come: M.C. Botti, Bresc, Breton, Canonne, Gioè, Griffiths, Kurkumelis, Pinet, Puyade, Reynaud, Murazzo, De Luigi, Hentschel. Nel 2000 riceve la nomina a “Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres” dal Ministero della Cultura della Repubblica Francese.

Continua a leggere tutto l’articolo su La Libertà del 15 maggio

 

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento