“Berenice”: un’opera di Omar Galliani donata alla musica e agli studenti dell’Istituto Musicale “Peri-Merulo”

Stampa articolo Stampa articolo

Serata evento e concerto al Teatro Ariosto il 22 maggio

È stata presentata questa mattina nella sala della Biblioteca Musicale “A. Gentilucci” la serata evento “Berenice”, dal titolo dell’opera che sarà presentata mercoledì 22 maggio al Teatro Ariosto alle ore 21 con un grande appuntamento artistico. L’opera del maestro Omar Galliani, artista reggiano di notorietà internazionale, al termine del concerto, verrà donata all’Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Peri-Merulo”. Erano presenti alla conferenza il Direttore dell’Istituto Peri-Merulo Marco Fiorini, l’artista Omar Galliani, il coordinatore dell’associazione “Am.A.Re – Amici dell’arte per Reggio” Achille Corradini, la preside del Liceo Coreutico “Matilde di Canossa” Lorella Bonicelli e l’assessora a educazione e conoscenza del Comune di Reggio Raffaella Curioni.

L’iniziativa nasce da valori che sono l’attaccamento al proprio territorio, la formazione dei giovani in campo musicale, la promozione della cultura e delle arti, l’incontro fra le risorse del privato e del pubblico. È resa possibile dallo spirito propositivo della costituenda associazione “Am.A.Re – Amici dell’arte per Reggio” animata dall’imprenditore reggiano Achille Corradini, che hanno saputo offrire alla generosità del maestro Galliani un’inedita opportunità di intervenire in modo fattivo per il Conservatorio della nostra provincia, una delle migliori scuole di musica italiane.

Omar Galliani, Berenice, 2018, matita su tavola, cm 100×100 – opera bassa risoluzione

“Berenice” sarà donata “alla musica e agli studenti del Peri-Merulo” a sostegno delle borse di studio che annualmente sono attribuite agli allievi più meritevoli e necessitanti di un ausilio per affrontare gli impegnativi studi musicali in seno al Conservatorio.

L’importante evento sarà incastonato in un concerto dell’Orchestra composta dai frequentanti gli anni di studio accademici, i più avanzati della scuola, che prevede l’esecuzione di composizioni di Felix Mendelssohn-Bartoldy, Camille Saint-Saëns, Gioacchino Rossini, Pietro Mascagni e di un lavoro appositamente creato ispirandosi a “Berenice” di Omar Galliani dal giovane compositore Gaetano Nenna.

Conferenza stampa Berenice 1 – Achille Corradini, Omar Galliani, Marco Fiorini, Lorella Bonicelli

“…when yesterday I knew?”, questo il titolo della composizione, coinvolgerà sia l’Orchestra del Conservatorio che un gruppo di giovani danzatori della Classe V dell’Indirizzo Contemporaneo del Liceo Coreutico “Matilde di Canossa” di Reggio Emilia, sotto la guida creativa del coreografo e docente Luigi Linardi.

I costumi dei danzatori saranno personalizzati da un ulteriore intervento di design del maestro Galliani che li trasformerà a loro volta in pezzi unici espressione della propria poetica artistica.

Alla direzione dell’Orchestra Afam (Alta Formazione Artistica e Musicale) del Peri-Merulo sarà il maestro Marco Boni, docente della scuola e Direttore onorario dell’Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam e nel brano di Saint-Saëns si esibirà come solista il maestro Luca Franzetti, a sua volta docente del Peri-Merulo e tra i più importanti violoncellisti italiani in attività.

“Berenice” sarà visibile nel foyer del Teatro Ariosto ove prima del concerto si svolgerà una performance improvvisativa dei danzatori sulle note del maestro Nenna che suonerà dal vivo al clarinetto. L’opera sarà installata su un cubo di legno e si specchierà in un contenitore d’acqua, creando così un riflesso momentaneo, arricchito dalla presenza di alcune note musicali incise su un piccolo fazzoletto d’oro.

Anche il ricavato della serata sarà devoluto a sostegno dell’iniziativa. Il prezzo dei biglietti è di 20 € per i posti di platea e di 15 € per quelli di Balconata di I e II Ordine. I biglietti sono acquistabili presso la Biglietteria della Fondazione I Teatri e sulla piattaforma online www.vivaticket.it

Il progetto gode del sostegno di Industrial Packaging e di Cte International – Midland.

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento