La giornalista Asmae Dachan racconta il dramma della guerra in Siria

Stampa articolo Stampa articolo

Il 9 maggio 2019, alle ore 21.00 si terrà a Guastalla, presso la Sala dell’Antico Portico del Palazzo Ducale, una iniziativa promossa dalle sezioni ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Guastalla, Gualtieri, Luzzara e Novellara con il patrocinio dei rispettivi comuni, che prevede l’incontro con la giornalista italo-siriana Asmae Dachan, sul tema “SIRIA, UN CONFLITTO SENZA FINE”.

Tanti interessi differenti e divergenti si fronteggiano in Siria ad impedire la fine della guerra che perdura da oltre otto anni. Mentre le ragioni politiche ed economiche si incrociano con quelle religiose e mentre gli scontri si susseguono senza trovare una soluzione, la situazione umanitaria non fa che peggiorare.

L’incontro programmato si propone di portare elementi di conoscenza ed approfondimento delle condizioni di conflitto e di sfruttamento che provocano la fuga di tante persone dai paesi d’origine verso l’Europa ed il mondo occidentale.

Asmae Dachan è una giornalista e scrittrice nata ad Ancona nel 1976; possiede cittadinanza italiana, ma le

sue origini risalgono alla millenaria città siriana di Aleppo. L’essere figlia di due culture le ha permesso di ampliare i propri orizzonti aprendo il cuore alle diversità.

E’ autrice di romanzi e reportage, in particolare dedicati alla Siria: per Asmae, la stampa ha la responsabilità

di raccontare quanto accade nel mondo e nella sua terra martoriata da una guerra senza fine. E’ una

attivista fortemente impegnata per la tutela dei diritti umani, sociali e civili ed il suo impegno è rivolto in

favore del dialogo fra le genti.

Ha scritto il romanzo “Il silenzio del mare” nel quale raccoglie e diffonde le voci e le storie del popolo siriano, delle vittime della guerra e dell’emigrazione, soprattutto dei più deboli e dei bambini.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento