Banner Amazon 120x600

“Campus Calcio 2019”, tutto pronto per i sei giorni di full immersione sul campo di San Polo d’Enza

Stampa articolo Stampa articolo
 
Ultimo mese e mezzo per iscriversi al clinic organizzato a San Polo d’Enza dal Bibbiano San Polo, che vedrà come allenatori in campo gli ex trainer della Reggiana: Andrea Tedeschi e Max La Rosa, coadiuvati da Nicholas Rizzo, primo portiere della squadra di Promozione, che si occuperà degli estremi difensori. Il campus, aperto a tutti, ragazzi e ragazze dai 6 ai 14 anni, avrà luogo al Comunale di San Polo d’Enza, da lunedì 10 a sabato 16 giugno e sostituisce quello realizzato l’anno scorso sotto l’egida del Real Madrid.
Il programma prevede una parte tecnica al mattino, uno spazio per un bagno rilassante nelle acque della piscina Comunale di San Polo d’Enza prima del pranzo con menù da sportivo, preparato da un cuoco professionista, poi tutti di nuovo in campo per la parte più ludica, con partitelle e tanto divertimento fino alle 17, con la possibilità di continuare a divertirsi fino alle 18,30, ora massima alla quale potranno arrivare i genitori a prelevare i loro figli.

Al campus non mancherà neppure la presenza di un fisioterapista, ovviamente nella speranza che non ce ne sia bisogno. Nel costo di iscrizione sono compresi due kit da allenamento e l’assicurazione. Per informazioni ed iscrizioni contattare la segreteria del Bibbiano San Polo, allo stadio Bedogni di Bibbiano, il mercoledì e il giovedì dalle 17:30 alle 19:30 (segreteria: 329-3574939 – segreteriabibbianosanpolo@gmail.com).
Il termine ultimo è fissato per il 9 maggio.
“Insegnare calcio a Bibbiano, da bibbianese doc, è davvero un piccolo sogno che si realizza – spiega Andrea Tedeschi – Abbiamo pensato a un programma serio, ma soprattutto divertente, visto che l’aspetto ludico sarà dominante”. “L’idea è quella di tenere sempre il pallone tra i piedi – ha specificato Max La Rosa – I primi cinque giorni saranno basati sull’allenamento, mentre l’ultimo sarà dedicato a tornei e partite”. Dulcis in fundo l’intervento del portiere Nicholas Rizzo, classe ’98: “Sono felice di fare questo campus e mi auguro di fare divertire i ragazzi, magari insegnando loro qualcosa, perché sono le emozioni che proveranno sul campo che ricorderanno per tanto tempo al di là del fattore tecnico”.
Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento