Banner Amazon 120x600

Se i papà sono chiamati in ballo

Stampa articolo Stampa articolo

Conquista l’Italia la coreografia del Centro danza Appennino

Le bimbe ballano con i loro papà. Chi lo ha visto in anteprima a Natale al Teatro Bismantova di Castelnovo ne’ Monti ne è rimasto stupito, in molti si sono commossi. “L’amore della mia vita” è una coreografia diversa che, sul palco, vede, a sorpresa, danzare le allieve del Corso Fucsia classica del Centro danza Appennino (CdA) con i loro papà che, in realtà, ballerini non sono. Ora che l’esibizione si è recentemente ripetuta con la partecipazione al concorso di danza “Crazy Dance Contest” a Mirabilandia (Ravenna) – un’esperienza che ha portato risultati importanti ai ballerini della nostra montagna – è accaduto l’imprevisto. Il pubblico, stupito per la sorpresa, si è alzato in piedi, lasciandosi andare in una vera pioggia di applausi a scena aperta mentre il balletto era ancora in corso.
Si tratta di una coreografia del maestro Francesco Melillo, che è rimasto stupito “nel vedere tante persone commosse e conquistate da questa idea”.

Colpiti anche i papà, che hanno così commentato quest’esperienza: “Abbiamo provato emozioni indescrivibili, è stato complicato riuscire a trattenere le lacrime; ballare con le nostre bambine, dividere insieme l’esperienza di un palco così importante ci ha resi orgogliosi; non si può descrivere la gioia che quei momenti sono riusciti a regalarci”.
Quando avevate iscritto le vostre piccine a ballare – domandiamo ai padri ballerini – non vi sareste immaginati di finire a vostra volta sul palco a danzare?
“No. E la cosa bella è che si è creato, tra noi papà, un bellissimo rapporto di amicizia, che sta andando ben al di là della sola esperienza ballettistica”.

Leggi tutto l’articolo completo di Gabriele Arlotti su La Libertà dell’1 maggio

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento