A Ferrara due quadri del XVII secolo raffiguranti la Madonna della Ghiara

Stampa articolo Stampa articolo

Un pregevolissimo dipinto di Ippolito Scarsella, detto lo Scarsellino (Ferrara, 1551-1620), rappresentante la Madonna della Ghiara con i Santi Margherita, Chiara e Francesco (foto 1), figura nell’interessante mostra “Dipingere gli affetti. La pittura sacra a Ferrara tra Cinque e Settecento”, allestita nel Castello Estense di Ferrara.

L’esposizione, promossa da Comune di Ferrara, Fondazione Ferrara Arte e ASP, presenta opere della quadreria di proprietà dell’ASP – Azienda Servizi alla persona di Ferrara, depositata dal 1974 presso i Musei di Arte Antica.
I dipinti appartenevano in origine a istituti religiosi attivi sul fronte dell’assistenza a orfani, indigenti, bisognosi, donne in difficoltà.

Il dipinto dello Scarsellino proviene da Santa Margherita: chiesa e conservatorio assai importante a Ferrara, che deve la sua creazione – finalizzata all’opera di assistenza nei confronti delle giovani orfane “raminghe” – alla figura carismatica di Margherita Gonzaga, sposa dell’ultimo duca Alfonso II.
La tela, eseguita attorno al 1600 da Ippolito Scarsella, ornava in origine il coro della chiesa di Santa Margherita.

Leggi tutto l’articolo di Giuseppe Adriano Rossi su La Libertà dell’1 maggio

Jacopo Bambini_Madonna di Reggio e San Carlo Borromeo

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento