“Ars intexendi”, fotografia e musica insieme a Reggio Emilia

Stampa articolo Stampa articolo
Soli Deo Gloria e Fotografia Europea si incontrano sabato 27 aprile 
 
L’evento è il vernissage della mostra fotografica “Ars intexendi. Nodi, legami, intrecci romanici in divenire” a cura di Silvia Perucchetti e promossa dal Consorzio Ars Canusina (visitabile fino al 9 giugno presso la Caffetteria Nazzani dell’Hotel Posta): il progetto, parte del Circuito OFF di Fotografia Europea, documenta la presenza dell’arte romanica nell’architettura religiosa del territorio reggiano, dai cui motivi ornamentali Maria Bertolani Del Rio fra 1921 e ‘35 elaborò i canoni stilistici dell’artigianato poi definito Ars Canusina.
Al reportage di luoghi e reperti di antica ars lineandi (sulle orme del viaggio compiuto dalla Del Rio) si accostano immagini “contemporanee” tratte dalla realtà di oggi, in cui oggetti, linee, ombre, nodi, grovigli rimano fortuitamente la composizione degli intrecci matildici. Pannelli esplicativi a cura di Maria Neroni illustreranno la discendenza diretta dei disegni in Ars Canusina dalle splendide decorazioni romaniche disseminate nel nostro territorio.
 
Durante l’inaugurazione (sabato 27 aprile ore 17, alla Sala del Capitano del Popolo dell’Hotel Posta di Reggio Emilia), in cui interverranno Massimo Mussini (storico dell’arte), Nadia Davoli (Consorzio Ars Canusina), Roberto Carriero (Segretario della Commissione Ars Canusina) e Silvia Perucchetti, si esibirà anche il Coro della Cappella Musicale San Francesco da Paola accompagnato dalle ghironde di Erio Reverberi e dalle percussioni di Anelio Bosio: si tratterà di una piccola anteprima del concerto “Ars lineandi musicam” idealmente collegato alla mostra (fissato per domenica 2 giugno ore 21, chiesa di S. Agostino), con in programma il vivace e colorato repertorio di linee intrecci vocali delle Piae cantiones medievali.
 
 
Ingresso libero.
 

Sala Capitano del Popolo

 
Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento