Senonaltro: donato il 500° cuscino “cuore sottobraccio” alle pazienti operate di tumore al seno

Stampa articolo Stampa articolo

Tante nuove iniziative in programma: spettacolo benefico giovedì 18 aprile alle 21 al Teatro Novecento di Cavriago. Il ricavato sarà devoluto a progetti per la chirurgia senologica del Core

Il progetto cuscino “cuore sottobraccio” nato a Washington, è passato per Oslo ed è arrivato in Italia, nella nostra provincia è stata l’Associazione Senonaltro che si occupa di assistenza delle donne operate di tumore al seno ad introdurlo dal 2016.

Proprio nei giorni scorsi è stato consegnato dalle volontarie il 500 esimo cuscino ad una paziente che ha subito lo svuotamento del cavo ascellare a seguito di una mastectomia.

Consegnamo circa 170 cuscini l’anno – spiega il coordinatore di Senonaltro Roberto Piccinini, che aggiunge – Da poco l’iniziativa è stata attivata anche a Scandiano e a breve partiremo anche a Guastalla. Il personale del reparto ci inoltra le richieste dei cuscini da consegnare, le nostre volontarie vengono allertate e procedono a donarle alle donne operate. In questi tre anni abbiamo capito che il “cuore sottobraccio” è diventato un supporto utile per alleviare il fastidio dovuto all’intervento, ma che funziona anche come coccola insieme all’incontro con la volontaria che lo consegna. Forniamo assistenza delle donne operate al seno, favoriamo informazione, formazione e prevenzione su tematiche attinenti il cancro mammario e offriamo supporto psicologico e sostegno sociale alle donne in difficoltà per una neoplasia. Il codice per devolvere il 5×1000 nella dichiarazione dei redditi a Senonaltro è 91075000355” – conclude Piccinini.

Per raccogliere fondi da devolvere a progetti per la chirurgia senologica del Core, Senonaltro inoltre organizza, con il patrocinio del Comune di Cavriago, uno spettacolo di teatro e canzone giovedì 18 aprile alle ore 21 al teatro Novecento di Cavriago dal titolo “Sangue e sangiovese con tanti saluti al Risorgimento” con la compagnia I Delirici che ne raccontano così la trama: “Lo spettacolo parla di un omicidio. Ruggero Pascoli torna sul calesse dalla stazione di Cesena, ma viene ammazzato a fucilate. Chi è stato non si saprà. E il tradimento che sta dietro questo delitto, non è diverso dai tradimenti di tutta la nostra Storia d’Italia. Gli anni son quelli del Risorgimento, la Romagna è in rivolta, i coltelli saltan fuori dappertutto. Ci mettiamo allora la bella musica di Capossela, Zucchero, Mina, De Gregori e qualche risata, per raccontare questa storia misteriosa ed indimenticabile. La vera storia di un omicidio di Romagna”.

Ingresso 15 euro.

Informazioni: tel. 349/5936762 oppure 3482204521.

Sito www.senonaltro.org, mail senonaltro@gmail.com

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento