Pieve Modolena: inaugurata la cappella per l’adorazione

Stampa articolo Stampa articolo

Vivo, nella comunità, il ricordo di monsignor Rigattieri

Sabato 30 marzo il vescovo Massimo, dopo l’Eucaristia delle 18, ha inaugurato con la benedizione la cappellina dell’adorazione presso la chiesa di Pieve Modolena.
Domenica 31 marzo, invece, si è fatta memoria del 25° anniversario della morte di monsignor Orlando Rigattieri, parroco a Pieve Modolena dal 19 marzo 1952 al 10 settembre 1989. È stato ricordato nelle Messe celebrate a Pieve Modolena alle ore 8, 11.30 e 18.30. Riportiamo il ricordo di monsignor Rigattieri pubblicato dal bollettino parrocchiale.

“Davanti a Dio siamo ricchi soltanto di ciò che abbiamo donato” (dal testamento morale di monsignor Orlando Rigattieri)

A 25 anni dal “ritorno al Padre” dell’arciprete monsignor Orlando Rigattieri, il sentimento che mi guida nel ricordo del suo apostolato è una doverosa gratitudine per i tanti anni della sua vita spesi per la nostra comunità. è stato un tenace testimone dei valori evangelici dove tanto ha dato e nulla ha mai chiesto per sé. Numerose sono le immagini che si affacciano alla mente, a ricordo delle sua dedizione al ministero e alla parrocchia: per le strade di Pieve in sella alla sua bicicletta, nelle visite agli ammalati, alle scuole elementari per l’ora di religione, con i catechisti e le suore per la preparazione dei bambini ai sacramenti, nelle confessioni per i ragazzi al sabato pomeriggio, nel predisporre la chiesa nelle varie ricorrenze liturgiche aiutato dal sagrestano e da altri collaboratori, nelle adunanze dei vari gruppi di Azione Cattolica, nelle benedizioni che ogni anno gli permettevano di incontrare personalmente famiglie, operai e contadini…

Leggi tutto l’articolo di Marta Catellani su La Libertà del 10 aprile

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento