Lettera del Vescovo Camisasca per il Giubileo della Ghiara

Stampa articolo Stampa articolo

Pubblichiamo la lettera che monsignor Camisasca ha scritto in previsione del prossimo Giubileo della Ghiara

Carissimi fratelli e sorelle della nostra Città e della nostra Regione,

nell’approssimarsi del Giubileo della Madonna della Ghiara, in occasione del quattrocentesimo anniversario della traslazione dell’immagine sacra e dell’inizio della costruzione della Basilica che tanto amiamo, desidero richiamare lo straordinario dono spirituale che questo tempo di grazia porta con sé.

Ho infatti chiesto e ottenuto dal Santo Padre Francesco, attraverso la Penitenzieria Apostolica, l’Indulgenza Plenaria per tutti coloro che si recheranno in pellegrinaggio e in preghiera davanti all’immagine della Madonna della Ghiara, vivranno il sacramento della Penitenza e pregheranno secondo le intenzioni del Papa.

Il Giubileo della Ghiara inizierà lunedì 29 aprile 2019, solennità del primo Miracolo della Beata Vergine, e terminerà domenica 8 dicembre 2019, nella solennità dell’Immacolata Concezione.

Con questa mia lettera voglio poi invitarvi al momento culminante del Giubileo, che sarà domenica 12 maggio, nel giorno proprio del quarto centenario della traslazione, con il Pontificale delle ore 11, presieduto nel Santuario della Ghiara dal Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità.

Cardinale Pietro Parolin

Anche questo è un evento eccezionale, che onora tutta la Città e la nostra Chiesa. Sono particolarmente grato al Cardinale che, per sopravvenuti e improrogabili impegni, non potrà celebrare la messa nel pomeriggio, come in un primo tempo era stato comunicato, ma ha voluto ugualmente rendersi presente a Reggio Emilia la mattina del 12 maggio, quarta Domenica di Pasqua.

Confido nella partecipazione della cittadinanza alle celebrazioni del Giubileo, invocando su tutti la benedizione della Beata Vergine Maria, Madre nostra e Regina di Reggio.

Reggio Emilia, 5 aprile 2019 

+ Massimo Camisasca

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento