Un messaggio di gioia

Stampa articolo Stampa articolo

Dalla mostra della scuola «Vladimiro Spallanzani»

Nel pensiero di Giovanni Paolo II, lo sport è analogia della vita, perché il vero campo da gioco è la vita. Il sacrificio che lo sport richiede è metafora del sacrificio che la vita richiede per realizzare il bene e la gioia che ne deriva è la stessa che ci viene dal vivere bene le nostre giornate. Lo sport è uno dei fenomeni culturalmente più rilevanti dei nostri tempi, capace di trasformare la vita dei singoli, come di parlare alla società e alla storia.

Da queste considerazioni è nata la mostra “Enjoy the game” presentata al Meeting di Rimini 2018.
Alcuni atleti, nel panorama sportivo mondiale, sono stati e sono tuttora esempi di gioia realizzata per chi pratica sport e per chi vi assiste, ma anche uomini a cui guardare per la genuinità e profondità della loro esperienza umana. La mostra, mediante pannelli e filmati, propone quattro esempi: Jesse Owens, protagonista assoluto delle Olimpiadi di Berlino 1936, Kobe Bryant considerato tra i migliori cestisti della storia dell’NBA, Roger Federer, re indiscusso del tennis e uomo di straordinaria classe e semplicità, Valentino Rossi, nove volte campione di MotoGp e fondatore della VR46 Riders Accademy.

Questa stessa mostra verrà offerta al pubblico dalla scuola Vladimiro Spallanzani di Sant’Antonino e Sassuolo nella settimana dal 9 al 12 aprile, presso la biblioteca dei ragazzi “Leontine” di Sassuolo col patrocinio del Comune. Diversi gli sponsor dell’iniziativa e numerosi gli eventi programmati con la presenza di testimoni significativi, tra cui Lorenzo Guerzoni, della società Maranello Nuoto, campione di nuoto per salvamento, concorrente in due campionati mondiali giovanili in Olanda e recentemente in Australia, Cecilia Camellini, nata a Modena, campionessa paralimpica mondiale ed europea nello stile libero e nel dorso e Lino Zani, guida alpina di papa Woytila.

Leggi tutto l’articolo di Giuliano Romoli su La Libertà del 3 aprile

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento