DOWN side UP, uno sguardo al cielo

Stampa articolo Stampa articolo

Oggi ‘stress’ è parola di uso comune: si corre sempre, per tutto, perciò ci si stressa, qualunque sia l’attività. Ecco allora che anche preparare la valigia per le vacanze… è stressante; andare a prendere un gelato con il proprio figlio, uscire a cena con gli amici, comprare l’auto nuova, sì, perfino quello diviene snervante, perché deve essere inserito tra le altre numerose attività previste per un giorno già farcito di impegni e che, perciò, proprio come un’oca da ingrasso, ad un certo punto, scoppia.
A ben guardarci dall’alto sembriamo tante bestie da soma, con i paraocchi per non vedere intorno a noi e il capo chino verso terra, per fendere meglio l’aria ed andare più velocemente verso la meta prevista; già, quale meta poi, meglio non indagare, o davvero spesso si rivelerebbe l’assoluta vanità del tutto.

è evidente che, sottoposti a tale logorio, inevitabili sorgano poi i problemi: nervosismo in crescita, stanchezza in salita, tolleranza in discesa. Abbiamo bisogno di relax, di tisane defatiganti, ma anche i rimedi più o meno efficaci vengono scaraventati nel turbinio generale, perciò si rivelano inadatti.
Che fare dunque? Ci sarà mai un rimedio per questo abisso, che sembra inghiottire energie e risorse come un buco nero insaziabile?

Continua a leggere tutto l’articolo di Mariacristina Nasi su La Libertà del 3 aprile

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento