Cinque artisti contemporanei reggiani ‘dialogano’ con Antonio Fontanesi

Stampa articolo Stampa articolo

Sono Davide Benati, Paola De Pietri, Omar Galliani, Claudio Parmiggiani e Fabrizio Plessi. Loro importanti opere vengono esposte nel periodo della mostra sul grande maestro dell’Ottocento, sul filo di una comune ispirazione e ricerca tematica

In occasione del grande evento espositivo ‘Antonio Fontanesi e la sua eredità. Da Pellizza da Volpedo a Burri’ allestita a Palazzo dei Musei di Reggio Emilia dal 6 aprile al 14 luglio, la Galleria Parmeggiani propone nello stesso periodo una mostra delle opere di cinque protagonisti locali dell’arte.

Davide Benati, Paola De Pietri, Omar Galliani, Claudio Parmiggiani e Fabrizio Plessi – tutti artisti legati alla città di Reggio Emilia – attraverso cinque opere allestite in altrettante sale dialogano con Antonio Fontanesi in una mostra dal titolo ‘Nati sotto lo stesso cielo’.

Davide Benati, Oasi dell’acqua amara, 2011, acquarello su tela, cm 147,5 x 195

Proprio perché come ha scritto Georges Didi-Huberman “il presente è intessuto di passati multipli”, così che tra gli artisti di oggi e il Maestro dell’Ottocento si intrecciano rimandi e attrazioni, i cinque artisti propongono una riflessione sull’eredità di Fontanesi e su come la sua arte è arrivata ai nostri giorni, in particolare a coloro che sono “nati sotto il suo stesso cielo”.

In Davide Benati il legame è l’Oriente di un infuocato paesaggio afgano e la purezza di un bianco e blu cobalto, in Paola De Pietri è la trasformazione seriale di una nuvola sospesa in un notturno temporalesco, in Omar Galliani è lo stesso oro di un orizzonte lontano che partecipa del piacere mai spento  del “dipingere” , in Claudio Parmiggiani è l’omaggio ai pigmenti della pittura e ai profumi del mondo, in Fabrizio Plessi è la luce dell’arte che illumina paesaggi, nature e sentimenti.

La mostra ‘Nati sotto lo stesso cielo’ sarà aperta fino al 30 giugno, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 12, sabato, domenica e giorni festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Dal 2 al 14 luglio, dal martedì alla domenica dalle 21 alle 23. Lunedì chiuso.

Omar Galliani, Autoritratto, 1985, olio su tela, 200 x 302 cm

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento