Banner Amazon 120x600

Le eccellenze reggiane associate ad Unindustria protagoniste a Mescpe

Stampa articolo Stampa articolo

Al via la manifestazione italiana del manifatturiero 4.0 con 28 imprese innovative del Made in Reggio Emilia, la partecipazione del GMP ad un seminario rivolto ai giovani e una delegazione di studenti in visita

Sono 28 le imprese reggiane associate ad Unindustria Reggio Emilia che prenderanno parte alla 18^ edizione di Mecspe, la prima manifestazione italiana del manifatturiero 4.0, che si terrà a Parma dal 28 al 30 marzo e che raccoglie 2.300 espositori e oltre 53 mila espositori.

Marco Bedogni, Presidente del GMP-Gruppo Gomma Materie Plastiche dell’Associazione, inoltre interverrà giovedì 28 marzo nello spazio Young&Career (Pad. 2, area esterna n. 38) dalle ore 12,30 come relatore: “Illustreremo le attività messe in campo dal Gmp per l’orientamento dei giovani e la formazione dei futuri tecnici del settore. Poteremo quindi, come case histories di successo, la partnership attiva da 10 anni con l’Istituto Einaudi di Correggio e il progetto Ifts, oltre a mostrare i libri di testo, caso unico nel panorama nazionale, realizzati in collaborazione tra scuola e impresa. Saranno nostri ospiti per l’occasione 25 studenti dell’Einaudi che porteremo a visitare gli stand di alcune aziende associate e di Moesburgher, leader mondiale per la costruzione degli stampi”.

Queste le eccellenze reggiane, associate ad Unindustria, che saranno presenti a Mecspe: 3b Fluid Power, A.R., A.W., Arkema, Asotech, Bear Plast, Blulink, Bombardi Rettifiche, Bosch Rexroth, Bticino, Ferretto Group, Ferval, G.G.E., Matter, MP Intralogistic, Nevicolor, Nuova T.M.R., O.M.G., Plastin, Precisionet, Realmore, Rexnord Flattop Europe, Sall, Stampotecnica, Tecnopress, Termogomma, Zare e Zecchetti.

In prima linea quest’anno al salone internazionale, oltre alle principali novità dei diversi comparti industriali, ci saranno soluzioni sul fronte della digitalizzazione, a cominciare dal Tunnel dell’Innovazione, nuovo cuore della fiera (padiglione 4, ingresso sud), in cui il visitatore potrà immergersi per vivere un’esperienza polisensoriale a 360 gradi, unica e indimenticabile, e scoprire la strada per il futuro della fabbrica intelligente.

Un’iniziativa realizzata in collaborazione con Cluster Fabbrica Intelligente, che riunisce imprese, università, centri di ricerca e altri stakeholder. Ci saranno veri e propri impianti produttivi da esplorare, basati sullo sviluppo e l’applicazione delle tecnologie digitali previste nel Piano Industria 4.0 che, oltre agli aspetti organizzativi e tecnologici, mettono in evidenza altri principi: la centralità dell’uomo, la necessità della collaborazione come unica via percorribile per rafforzare la competitività e il valore aziendale e la compatibilità ambientale.

Allestiti anche 12 saloni tematici che offrono una panoramica completa su materiali, macchine e tecnologie.

Marco Bedogni

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento