Compartecipi della Missione

Stampa articolo Stampa articolo

 Domenica la Giornata diocesana: il Vescovo indica le due finalità in questo suo editoriale

Domenica 24 marzo, la nostra Chiesa di Reggio Emilia–Guastalla vivrà la Giornata Missionaria Diocesana. È questo un appuntamento importante per la nostra comunità e per ciascuno di noi. Nel mondo moltissime persone lontane non conoscono ancora Gesù, non ne hanno mai sentito parlare: nessuno ha ancora portato loro il Vangelo. Questa consapevolezza non può non spingerci a pregare per i missionari, religiosi e laici, che dedicano la loro vita all’incontro con questi uomini e donne che, seppur lontani culturalmente e geograficamente, sono vicinissimi al cuore di Dio: per tutti infatti il Signore ha dato la Sua vita. Egli vuole che tutti gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità (1Tim 2,4). Nel mio recente viaggio in Africa Orientale ho potuto vedere ancora una volta che cosa significhi la realtà di una Chiesa che sta cominciando a mettere le radici in popoli che ancora non hanno incontrato fino in fondo il Vangelo: quale dispendio di energie materiali e spirituali, quanta pazienza, quanto sacrificio! E allo stesso tempo: quanta gioia!

Spendere il proprio tempo per la diffusione della Parola di Dio non può che dare soddisfazione alla vita di chi si dona: è obbedienza al comandamento di Gesù (cf. Mt 28,18-20) ed è imitazione di lui. Si è più beati nel dare che nel ricevere! (At 20,35).

Senza dubbio i missionari del Vangelo (e la nostra diocesi ha la grazia di averne molti, sparsi in tutto il mondo!) hanno bisogno di essere sostenuti, sia con la preghiera che con un aiuto economico. Ricordarci di loro non deve essere per noi semplicemente un “dovere morale” o un atto di solidarietà. Sostenendoli, noi diventiamo realmente partecipi della loro opera. Diventiamo parte della missione di Gesù nel mondo, verso i più poveri e i più lontani. Il nostro affetto e il nostro impegno non sono qualcosa di sterile e insignificante: ha una reale risonanza nel mondo e soprattutto ha un’eco nel cuore di Dio! È reale compartecipazione.

Leggi il testo integrale scritto dal vescovo Massimo su La Libertà del 20 marzo

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento