In Madagascar

Stampa articolo Stampa articolo

Nella storica missione si lavora in «équipe» in più località

MISSIONE
Il lavoro principale dei missionari nell’Isola Rossa è la predicazione del Vangelo attraverso le diverse attività pastorali e la promozione umana in particolare attraverso progetti e servizi per i più bisognosi. Nel 2017 è stata inaugurata la chiesa della nuova parrocchia nella zona Sud di Manakara dove attualmente lavorano don Luca Fornaciari (CSFC) e don Simone Franceschini (CSFC). C’è inoltre un notevole sforzo per contribuire all’educazione scolastica dei più poveri, in buona parte sorretto dal sostegno scolastico alle scuole di don Pietro Ganapini di cui il Centro Missionario Diocesano si fa promotore. Don Pietro Ganapini è il terzo prete missionario in Madagascar, che vive ed opera da 58 anni in terra malgascia.

STORIA
Il Madagascar è la quarta isola del mondo con una superficie di 587.041 kmq, quasi il doppio dell’Italia e con circa 22 milioni di abitanti. Colonizzato dagli inglesi e poco dopo, attraverso alterne vicende, dai francesi nel secolo XIX, il Paese ottiene l’indipendenza il 26 giugno 1960.
Tra i principali aspetti culturali sono da ricordare l’unità linguistica, il culto degli antenati (singolari i monumenti funerari, quasi un gioiello da custodire nel cortile di casa), il Fihavanana (parentela, amicizia, buone relazioni, solidarietà), forte senso religioso e una profonda fede nel Dio creatore Zanahary, presente anche nella popolazione animista.

Dal punto di vista socio-politico ed economico, l’Isola Rossa sta vivendo una situazione delicata e conflittuale. Nonostante le immense ricchezze e potenzialità del Paese (a livello di materie prime, turismo, condizioni climatiche, popolazione giovane…) non si riscontra un miglioramento delle condizioni di vita della gente.
La peculiarità della missione in Madagascar fu la partenza nel 1967 del primo gruppo, un’équipe formata da sacerdoti, religiose e laici che vivevano e lavoravano insieme, una svolta nella vita della missione, fino ai nostri giorni.

Continua a leggere l’articolo completo su La Libertà del 13 marzo

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento