Dal 13 marzo è «InChiostro»

Stampa articolo Stampa articolo

“InChiostro alla Parola” è uno stile di incontro per l’accoglienza, per tessere delle amicizie.
Il fondamento di questo stile è la Parola che desideriamo far risuonare dentro di noi.
Le volte del chiostro di Sant’Agostino sono come vele acustiche capaci di amplificare questi nostri desideri.
InChiostro è un tempo dove dedicarci a delle relazioni nuove affidandoci alla sua Parola riecheggiante nell’amicizia.
Ci interessa una condivisione di vissuti che si contaminano per creare mondi.
Affidarsi alla Parola, dare inchiostro alla Parola significa scoprire capacità impensabili dentro di noi. Dare inchiostro alla Parola è assaporare la poesia che è nascosta in ciascuno di noi.
Le amicizie sono fatte di sfumature delle parole che nascono dalla Parola. È in queste amicizie che si scopre come la fede coincide con la vita.

Oggi in tutte le realtà dei nostri quartieri il fondamento sono le relazioni capaci di nuove comunità.
Cerchiamo allora di scrivere queste relazioni con l’inchiostro della Parola.
Al momento sperimentiamo cinque mercoledì di Quaresima per farci lavorare dalla Parola, facendola risuonare in tempi e modi diversi. Tentando di memorizzarla attraverso il confronto con le diverse esperienze vissute per condividere domande, emozioni, dubbi, preghiere, speranze.
Dare inchiostro alla Parola crea nuove comunioni e intreccia legami.

P.B.

Come si legge nell’immmagine l’appuntamento è ai Chiostri di Sant’Agostino a Reggio (ingresso da piazzetta Pignedoli) nei mercoledì 13, 20 e 27 marzo, poi 3 e 10 aprile, dalle ore 19.15 alle ore 20.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento