Paolo Nespoli a Correggio

Stampa articolo Stampa articolo

Il Circolo Frassati di Correggio annuncia con gioia che l’astronauta Paolo Nespoli sarà a Correggio il 15 marzo  e parlerà a una platea di  300 studenti , rappresentanti di tutti gli Istituti correggesi.

Con l’ing. Nespoli, dopo l’entusiasmante performance del 2013, ci siamo sempre tenuti in contatto. Dopo la missione spaziale VITA (acronimo di Vitalità, Innovazione, Tecnologia, Abilità), conclusasi nel dicembre del 2017, abbiamo iniziato a ..”inseguirlo”!, racconta Fernanda Foroni, presidente del Circolo. 

Nespoli non ha bisogno di presentazioni: è l’astronauta che detiene il primato assoluto di permanenza nello spazio (313 giorni complessivi). Le capacità di  quest’uomo sono a tutto tondo: curiosità, scienza, coraggio, ma anche una straordinaria capacità di comunicare la sua esperienza. Ci è sembrato un dono straordinario per i nostri giovani, un dono  frutto del desiderio di far vivere un momento di grande speranza nel futuro dell’umanità – ha proseguito Foroni.

Davanti alle meraviglie che Nespoli descrive siamo inevitabilmente spinti a interrogarci sull’universo, sulla bellezza, sul desiderio mai sopito dell’uomo di andare sempre “oltre”.

“Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza”: tutti ricordiamo i versi di Dante e da sempre l’uomo ha voluto scoprire.

Nespoli, moderno Ulisse, sa che per andare oltre occorre affrontare rischi ed esserne consapevoli.

“I problemi visti dall’alto sembrano più piccoli”, questo il titolo del suo libro, scritto dopo la sua seconda missione. Nespoli, sulla terra appare un uomo normale, marito, padre, lavoro, tanto lavoro! E anche nello spazio, dove ci appare un super men, è in realtà un uomo che sogna un bel gelato, la frutta fresca, che s’incanta a guardare le stelle, le aurore boreali, i paesaggi terrestri, da lassù sempre diversi!

Perché il nostro Circolo culturale ha così fortemente voluto questa esperienza? E’ stata una sfida: portare ai giovani, oggi tanto immersi in realtà di violenza, sopruso, potere, dove contano solo denaro ed estetica, dove il sacrificio è bandito anche dal vocabolario, un testimone di cose grandi, il rappresentante di una tecnologia che esalta le potenzialità umane, di un progresso che non è contro l’uomo, ma che esprime valori etici ed educativi intramontabili.

 

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura

Lascia un commento