Banner Amazon 120x600

La Passione secondo la Sindone

Stampa articolo Stampa articolo

Convegno a Reggio il 29 marzo promosso dall’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme

Si svolgerà a Reggio Emilia un evento di grande rilievo che, attraverso la voce esperta di uno studioso della Sindone di Torino, farà meglio comprendere quali siano state la sofferenza e le cause della morte del cosiddetto “Uomo della Sindone”. Presso la Sala del Capitano del Popolo dell’Hotel Posta, in Piazza del Monte, alle ore 18 di venerdì 29 marzo, il frate francescano e medico Giacomo Franchini, del Convento dei Cappuccini di Reggio Emilia, tratterà il tema “La Passione secondo la Sindone – Ricostruzione medico-scientifica della dinamica della passione alla luce dei reperti sindonici” con la proiezione di interessanti diapositive.

Non si può asserire scientificamente che l’Uomo della Sindone sia Gesù, ma lo studio del lenzuolo, mediante ricerche scientifiche operate a più livelli, ci può condurre a sconvolgenti considerazioni. In occasione dell’esposizione del Sacro Lino del 2010, papa Benedetto si espresse suggerendo che quel lenzuolo “è un telo sepolcrale che ha avvolto la salma di un uomo crocifisso in tutto corrispondente a quanto i Vangeli ci dicono di Gesù”. Quindi, partendo da quel lenzuolo, si potranno ricavare informazioni importanti che ci permetteranno di capire quale sia stata la drammaticità del supplizio a cui Cristo fu sottoposto.

Leggi tutto l’articolo di Giuliano Bagnoli su La Libertà del 6 marzo

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento