Tennis, in archivio l’edizione dei record dei Provinciali

Stampa articolo Stampa articolo

Il numero uno della Fit di Reggio, Marco Testi plaude alla collaborazioni tra circoli e al Ct Albinea si punta già a toccare quota mille iscritti nel 2020

Archiviata la 41esima edizione dei Campionati provinciali indoor, è tempo di bilanci al Circolo tennis Albinea che, in collaborazione con altri circoli, ha ospitato la kermesse che apre, di fatto, la stagione agonistica nel Reggiano. L’edizione 2019 dei Provinciali è stata quella dei record: 6 circoli ospitanti, 16 giorni di gare, oltre 630 partite disputate, 25 circoli rappresentati, 22 tabelloni e 690 iscritti, di cui 167 solo nella 4^ categoria maschile. Novità assoluta di quest’anno, la collaborazione, già sperimentata positivamente in occasione dei Campionati outdoor, tra i club reggiani grazie alla quale le partite si sono potute giocare non solo al Ct Albinea, ma anche al Cere, al Ct Reggio, al Ct Tricolore, sui rinnovati campi da tennis di Bagnolo e al Ct Correggio.

“Per la prima volta – spiega il direttore dei Provinciali e maestro del Ct Albinea, Lorenzo Manfredi – siamo riusciti a fare in modo che tutti i circoli limitrofi, in special modo quelli tra Reggio ed Albinea, potessero collaborare dal punto di vista organizzativo. Nessuna provincia, in Italia, organizza una manifestazione del genere, così imponente dal punto di vista numerico. E proprio la collaborazione tra i circoli ha permesso che la kermesse si potesse concludere in sole due settimane”. Il maestro Manfredi parla di una “vittoria del movimento tennistico reggiano” e di “una ricetta da ripetere nel 2020 con l’obiettivo di arrivare a mille iscritti”.

Soddisfatto anche il numero uno reggiano della Federazione italiana tennis (Fit) Marco Testi: “Siamo entusiasti del risultato ottenuto. Vorrei ricordare che non più tardi di tre anni fa il ‘format provinciali’ non resse e un’edizione non venne svolta, causa le troppe difficoltà per un singolo circolo a ospitare e organizzare una manifestazione che non ha pari in tutta Italia. Da quel momento io, e tutti i circoli reggiani, ci impegnammo per trovare la formula che evitasse un altro stop”. Prosegue Testi: “Vedere ora i Campionati Provinciali svolgersi su sei sedi diverse, con 690 iscritti, record per un’edizione con iscrizioni limitate a soli due tornei per partecipante, oltre ad essere una grande soddisfazione è sintomo di un grande spirito di collaborazione tra i circoli che, due volte l’anno, mettono da parte le ‘rivalità agonistiche’ e si uniscono per il bene del tennis reggiano”.

Marco Testi

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento