A Rivalta si ride in dialetto modenese con «Un lèt in prestit»

Stampa articolo Stampa articolo

Decimo spettacolo per la XXVIII Rassegna di teatro dialettale del “Corso” di Rivalta, che sabato 23 febbraio alle 21.15 si divertirà con la nuova produzione della compagnia “Gli Artristi”. Si tratta della commedia “Un lèt in prestit”, due atti di Elide Marchetti e Massimo Zani, che ha curato anche la regia della pièce in vernacolo modenese.

Come suggerisce il titolo della rappresentazione, la cui traduzione in italiano è “Un letto in prestito”, la storia ruota intorno alla cessione momentanea del mobile in oggetto, che una coppia ha acquistato di recente. La moglie, affettuosa e fedele, lo promette a un’amica, che le ha espressamente chiesto il matrimoniale per trascorrere una notte con l’amante. La donna non sa che il marito ha garantito il medesimo favore al proprio socio, intenzionato a tradire la consorte con la signora con cui ha una tresca sentimentale. Sul palco di via Sant’Ambrogio si alterneranno Athos Marchesini, Marisa Vignali, Fabrizio Stanzani, Sandra Rossi, Elisa Solmi, Paolo Caffarri, Valentina Maldini, Leonardo Greco, Marica Zoboli, Barbara Padovan, Francesco Brighetti e la stessa Elide Marchetti.

Leggi tutto l’articolo di Beatrice Grisendi su La Libertà del 20 febbraio

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento