Banner Amazon 120x600

Unindustria Reggio Emilia: positiva la crescita delle iscrizioni agli istituti tecnici

Stampa articolo Stampa articolo

La riscoperta degli istituti tecnici da parte degli studenti reggiani è per Unindustria Reggio Emilia una buona notizia. Queste scelte indicano come si sia dato ascolto sia alle passioni dei ragazzi sia alle esigenze del mercato che richiede profili tecnico-scientifici in tutta Italia. Il rilancio dell’istruzione rappresenta un tassello fondamentale della strategia per la crescita del territorio, che passa inevitabilmente per il rafforzamento della capacità di innovazione e competizione del nostro sistema produttivo.

La speranza è che questo trend si confermi e che cresca anche l’interesse nei confronti degli indirizzi industriali anche in ambito post-diploma, dagli ITS fino alla scelta dei percorsi universitari. Solo così ci potrà essere una risposta strutturale alla paradossale situazione in cui ci troviamo ora con una disoccupazione giovanile molto alta e aziende che vogliono assumere, ma non trovano le professionalità che cercano.

Siamo lieti che studenti e genitori abbiano raccolto gli appelli lanciati dal sistema confindustriale a rivalutare il ruolo dell’istruzione tecnica, indirizzo richiestissimo dal mondo del lavoro.

Negli ultimi mesi Unindustria Reggio Emilia ha incontrato oltre 2.000 studenti e 700 genitori in incontri di orientamento organizzati in tutta la provincia, oltre ad aver coinvolto 1.850 ragazzi nell’iniziativa Industriamoci – PMI DAY, durante la quale oltre 40 aziende hanno aperto le proprie porte agli studenti.

Ritengo che a favorire l’interesse nei confronti degli istituti tecnici abbia giocato sicuramente la consapevolezza delle ottime opportunità che un percorso tecnico offre una volta completato il ciclo scolastico, specialmente nella nostra provincia che è una tra le più industrializzate d’Italia, un corso di studi al termine del quale i ragazzi sono liberi di poter scegliere se inserirsi immediatamente nel mondo del lavoro oppure iscriversi all’università o agli ITS.

La rivoluzione digitale in atto pone l’intero sistema industriale di Reggio Emilia di fronte a un nuovo livello di sfida. Le imprese reggiane vogliono raccogliere questa sfida e continuare a competere in Italia e nel mondo. Possono esserlo solo con le nuove generazioni, con la loro passione e la loro creatività.

Fabio Storchi, Presidente di Unindustria Reggio Emilia

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento