Il magistrato Dambruoso ha presentato a Reggio il suo ultimo libro

Stampa articolo Stampa articolo

Il dottor Stefano Dambruoso, magistrato della Procura di Bologna, ha presentato giovedì 7 febbraio a Reggio Emilia il suo ultimo libro “Jihad. La risposta italiana al terrorismo: le sanzioni e le inchieste giudiziarie. Con storie di «foreign fighters» in Italia” davanti a una platea di oltre cento soci del Rotary Club Reggio Emilia e del Rotary Club Reggio Emilia Val di Secchia, organizzatori dell’incontro che si è tenuto all’Hotel Mercure Astoria.

Il magistrato Dambruoso, a partire dai provvedimenti legislativi italiani in tema di prevenzione della radicalizzazione e dell’estremismo jihadista – di cui è stato personalmente artefice nel suo impegno di parlamentare in forza al partito di Mario Monti “Scelta Civica per l’Italia” – ha tracciato una interessante analisi comparativa delle diverse legislazioni europee e delle leggi antiterrorismo introdotte in Belgio, Francia, Germania, Inghilterra e Spagna, approntate per far fronte all’ondata di attentati che hanno colpito l’intera Europa.

Ha quindi evidenziato l’eccellente lavoro dell’Intelligence, della Magistratura e delle forze di Polizia italiane per contrastare il fenomeno terroristico islamico che “unito ad una seria strategia di prevenzione capace di investire nelle scuole per l’attuazione di politiche di integrazione dei giovani immigrati, nelle carceri per contrastare forme di proselitismo del terrorismo internazionale, e sul web per fermare la diffusione di informazioni deviate – ha sottolineato il dottor Dambruoso – garantirebbero all’Italia e all’Europa un migliore controllo del fenomeno”.

Molte le domande e gli interventi da parte del numeroso pubblico in sala, tra cui noti avvocati e magistrati del foro reggiano, moderati dai presidenti rotariani Lorenzo Ferretti Garsi e Alberto Cadoppi.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento