Romano Prodi e Stefano Zamagni presentano il libro del vescovo Camisasca

Stampa articolo Stampa articolo

Evento “Oltre la paura” martedì 22 gennaio alle 20.45 nell’Aula magna dell’Università di Reggio

Per quali vie possiamo arrivare a inaugurare una nuova epoca, affrontando con coraggio e consapevolezza il dramma di un mondo che sta finendo? Quale il posto dell’educazione e delle nuove tecnologie? Che ruolo può ancora avere la religione nelle nostre società così individualistiche e secolarizzate? Sono alcune delle domande a cui il vescovo di Reggio Emilia Massimo Camisasca ha tentato di rispondere in un intenso scambio epistolare con Mattia Ferraresi, inviato per Il Foglio negli Stati Uniti. Dal loro dialogo a distanza fra le due sponde dell’oceano, sviluppato su registri e toni differenti, è nato il libro “Oltre la paura. Lettere sul nostro presente inquieto” (Lindau 2018, 114 pagine, 11 euro), per approdare “alla scoperta che esiste la possibilità di una vita felice oltre la paura. E non solo esiste: è addirittura raggiungibile”.

“Le luci ci sono, bisogna saperle riconoscere e connettere”, scrive il Vescovo nell’introduzione.

La presentazione reggiana dell’opera avrà luogo martedì 22 gennaio alle 20.45 nell’Aula magna dell’Università, a Palazzo Dossetti (viale Allegri 9), alla presenza degli autori, con due relatori d’eccezione, i professori Romano Prodi e Stefano Zamagni.

Entrambi docenti universitari ed esperti di politica e scenari globali, Romano Prodi, presidente della Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli, e Stefano Zamagni, uno dei padri dell’economia civile, porteranno nella serata il loro autorevole contributo per leggere l’attualità in una chiave di speranza.

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento