Montecchio, Natale con la scuola Santa Dorotea

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà del 16 gennaio

Anche quest’anno abbiamo proposto, come scuola, la consueta festa di Natale per le famiglie degli studenti; ma pensando più in grande. Non la solita recita, non il tradizionale concerto, ma una Veglia, che potesse arrivare, come momento di preghiera, nel cuore di ogni famiglia, per risvegliare il vero senso del Natale. Così nella chiesa della Madonna del Popolo, si è svolta la nostra Veglia, arricchita da canti natalizi, poesie, recite, luci colorate e palloncini.

Che emozione! Quante persone, quante famiglie, riunite in preghiera verso il Natale… Cosa c’è di più bello, quando sono proprio i bambini a farci da guida?
Tutti insieme poi, in processione, attraverso le vie del paese, abbiamo raggiunto la scuola, lasciando nell’aria il profumo della gioia e della grazia, che durante la Veglia avevano riempito i nostri cuori.
Anche l’asinello, Maria e Giuseppe, attorniati dalla presenza dei pastori, dei Magi, dello zampognaro e delle altre figure del Presepe, hanno commosso chi, dalle finestre del paese, ha spiato i nostri passi, per un momento di festa.

Nel cortile della scuola, la festa ha poi preso vita… Attorno ad uno scoppiettante falò, sono stati distribuiti biscotti, thé caldo e vin brulé, mentre nella nostra palestra era possibile visitare, immersi in un’atmosfera natalizia di pace, i presepi che ogni bambino, ispirato dalla sua fantasia e unicità, ha creato con l’aiuto dei genitori, per poter allestire una meravigliosa mostra.

Che dire… nulla succede per caso… poiché il 19 dicembre, nel piccolo paese di Montecchio Emilia, ogni parola, ogni sorriso, ogni canzone, ogni lucina, ogni cuore emozionato e pieno di gioia, hanno sicuramente preparato ognuno dei presenti alla venuta del Salvatore. Grazie bambini! è a voi tutti che bisognerebbe guardare ogni volta, per trovare veramente il Bambinello di Betlemme.

Le suore e le maestre
della Scuola primaria Santa Dorotea

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento