Lutto in Diocesi per la scomparsa di don Cesare Frignani

Stampa articolo Stampa articolo

Nato a Sassuolo il 22 agosto 1929 e ordinato presbitero in San Giorgio a Sassuolo il 13 luglio 1952 dal vescovo Beniamino Socche, è stato nominato vicario cooperatore a San Francesco Città, rimanendovi per 14 anni. Per 15 anni, fino al 1967, è stato anche cappellano dell’Istituto regionale per ciechi a Reggio. Così nel 1959 è diventato assistente diocesano del Movimento Apostolico Ciechi (MAC), animandolo per quasi 55 anni (fino al 2013) e, a livello regionale, come consulente ecclesiastico per per quasi 20 anni (1994-2013).

Ma, prima di tutto, è stato rettore della chiesa vescovile di San Giorgio, dal 1966 al 2011, per 45 anni! Lo aveva nominato il vescovo Gilberto Baroni, da neanche un anno arrivato a Reggio, il quale aveva trasferito l’adorazione eucaristica quotidiana dalla chiesa di San Carlo appunto alla chiesa di San Giorgio, in via Farini. Aiutato prima dalle Missionarie dell’Eucaristia e poi dalle Carmelitane Minori della Casa della Carità (le Suore di Don Mario Prandi), ha animato la preghiera secondo le intenzioni del Vescovo, in particolare quella vocazionale ogni giovedì, ospitando le Quarantore cittadine nella prima settima di Quaresima, concluse dalla prima stazione quaresimale, presieduta dal Vescovo.

Da quando la chiesa di San Giorgio è stata riaperta e affidata agli ucraini greco-cattolici, l’adorazione si è tenuta negli ultimi anni in sagrestia, poi con il restauro e la riapertura della cripta della Cattedrale, Caprioli ha trasferito il 14 marzo 2011 l’adorazione eucaristica in cripta.

Don Cesare da allora ha concelebrato all’Eucaristia del mattino alle 8 e, da quando era in carrozzella, alle 10.30, sempre accompagnato dalla fedele badante Teresa. Fino a pochi mesi fa, ha svolto il servizio di confessore in Cattedrale, almeno una mattina alla settimana, oltre a continuare a rendersi disponibile per le Confessioni nel suo piccolo studio persone, presso la chiesa di San Giorgio.

La salma verrà esposta presso la cappella dell’obitorio del S. Maria; domani, domenica, alle 16.00 verrà recitato il Santo Rosario

Le esequie, presiedute dal Vescovo emerito Mons. Adriano Caprioli, si terranno lunedì alle ore 10.30 in Cattedrale

Al termine della celebrazione la salma verrà tumulata presso il cimitero di San Maurizio

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento