San Giovanni di Querciola si anima

Stampa articolo Stampa articolo

Nel pomeriggio del 23 dicembre Presepe vivente per le vie

Un Natale solo di luminarie per le strade, nei negozi, nei supermercati e sui davanzali delle case dove rimane aggrappato un triste Babbo? Non è quello vero. Non è sicuramente quello scritto nel Vangelo e neppure quello delle case dei più poveri e dimenticati. Un messaggio natalizio autentico, oltre che vivace e festoso, sulla scia di tante altre manifestazioni previste in questi giorni in borghi e paesi, arriverà quest’anno anche da un centro del Querciolese, San Giovanni. Un messaggio che potrebbe ammantarsi, finalmente, di un felice correttivo alla triste scorribanda che da anni qualche buontempone improvvisa proprio all’uscita dalla Messa di mezzanotte.

Il messaggio natalizio si materializza nel Presepe vivente in programma alle ore 16 di domenica 23 dicembre, giorno di antivigilia. Un Presepe che abbandona le severe mura della chiesa per mettersi in cammino lungo le strade e riaccendere le luci nel cuore di un paese piccolo, come piccola era Betlemme, definita dalle Scritture “terra di Giuda, la minima fra le città principali di Giuda”, ma da cui “uscirà un principe che pascerà il popolo Israele”.

Continua a leggere l’articolo di Giardo Bertolini su La Libertà del 19 dicembre

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento