Ordinazione presbiterale di Alberto Debbi

Stampa articolo Stampa articolo

Sabato 15 dicembre, alle ore 18.00 in Cattedrale a Reggio Emilia, il vescovo Massimo Camisasca ordinerà sacerdote don Alberto Debbi, originario della parrocchia del Santissimo Salvatore in Salvaterra (nell’unità pastorale “Maria Regina della Pace” di Casalgrande-Salvaterra), attualmente in forza all’unità pastorale “Beata Vergine delle Grazie” in Correggio.

Nella stessa liturgia i seminaristi Tommaso Catellani, Matteo Tolomelli e Alessandro Zaniboni riceveranno il ministero del lettorato, mentre a Francesco Ametta sarà conferito l’accolitato.

Ancora, avrà luogo il Rito di ammissione tra i candidati al diaconato permanente di Marco Catellani, Alberto Conforti e Paolo Reverberi, tre sposi e padri di famiglia della parrocchia di Regina Pacis, nell’unità pastorale “Santa Maria degli Angeli” di Reggio Emilia.

Nato il 12 marzo 1976, quarto dei sei figli di Enzo e Anna Rompianesi, Alberto Debbi ha frequentato le scuole elementari a Salvaterra, le medie a Casalgrande e il liceo scientifico “Spallanzani” a Reggio Emilia. Ha quindi studiato Medicina al Policlinico di Modena, laureandosi nel 2001 e iscrivendosi all’Ordine dei Medici nel 2002; sempre a Modena si è specializzato in Malattie dell’apparato respiratorio nel 2005. In seguito ha lavorato presso il reparto di Medicina all’ospedale di Scandiano, al Pronto Soccorso di Castelnovo Monti e nel reparto di Pneumologia a Sassuolo.

Nel 2012 Debbi ha frequentato l’anno di propedeutica in Seminario continuando a lavorare. Nel settembre 2013 ha lasciato la sua professione per intraprendere gli studi di filosofia e teologia presso il Seminario diocesano. Ha ricevuto l’ordinazione diaconale il 27 maggio 2017. 

La celebrazione si potrà seguire in diretta tv su Teletricolore, canali 10 e 292 del digitale terrestre.

Don Alberto Debbi celebrerà la Prima santa Messa domenica 16 dicembre alle 16.30 nella chiesa parrocchiale di Salvaterra.

Segui la diretta Straming a cura del Centro diocesano Comunicazioni sociali

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento