All’Università si parla di Dante

Stampa articolo Stampa articolo

Il 20 dicembre la nuova edizione dell’«Inferno» con Nembrini e Camisasca

Il 30 ottobre 2018 è uscito in libreria l’Inferno, il primo volume della Divina Commedia di Dante Alighieri, in una nuova edizione, pubblicata da Mondadori. Un’edizione che nasce dall’incontro tra un insegnante e un illustratore.
Franco Nembrini, da anni, tiene per tutta l’Italia diversi cicli di lezioni su Dante e la Commedia. Alla fine di uno di questi incontri, a Roma, è stato avvicinato da un ragazzo che gli ha detto che le sue parole gli avevano cambiato la vita. Questo ragazzo era Gabriele Dell’Otto, uno dei più importanti disegnatori del mondo, artista di punta delle due più grandi case editrici americane di supereroi, Marvel e DC. È nato così un progetto che è anche un sogno. Rivestire la Divina Commedia per portarla al grande pubblico del nostro tempo.

Dopo l’introduzione di Alessandro D’Avenia, ogni canto ha un’introduzione alla lettura scritta da Nembrini, il testo originale di Dante con, a fronte, una parafrasi in italiano contemporaneo, e una riproduzione delle meravigliose tavole di Gabriele Dell’Otto che illustra il contenuto del canto.
Un grande progetto, che continuerà, ovviamente, con Purgatorio e Paradiso.

Il Centro culturale Blaise Pascal vuole presentare questa nuova edizione in un incontro pubblico presso l’Aula Magna dell’Università di Reggio Emilia, invitando l’autore del commento, Franco Nembrini, e un lettore d’eccezione, il vescovo di Reggio Emilia-Guastalla monsignor Massimo Camisasca.
L’incontro di giovedì 20 dicembre alle 21 (si veda la locandina) vuole essere un dialogo che, partendo da Dante, arrivi a parlare del mondo di oggi, come il grande poeta ha voluto fare con il suo mondo, partendo da due domande.

Continua a leggere l’articolo di Stefano Mascetti su La Libertà del 5 dicembre

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura

Lascia un commento