Una “Notte di luce” per la Giornata sulla disabilità

Stampa articolo Stampa articolo

Tornano a Reggio Emilia la magia, la bellezza, la solidarietà e… il ritmo di ‘Notte di luce’. Anche quest’anno, per il quinto consecutivo, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, istituita dall’Onu nel 1981, la città celebra questa ricorrenza con un evento speciale al lume di una miriade di candele e al ritmo della maxi banda ‘Rulli Frulli’, 45 elementi a cui si uniranno 2.100 alunne e alunni delle scuole primarie, reggiane e non solo, muniti di speciali percussioni.

L’appuntamento è per sabato 1 dicembre, dalle ore 18 in piazza Prampolini e nelle piazze e strade limitrofe, in centro storico.

E’ questo l’evento clou di un programma che muove i primi passi in questi giorni e che presenta uno spettro, di anno in anno sempre più ampio, di aderenti e volontari (vedere il programma allegato) uniti ai promotori ed organizzatori originari, che sono il Comune e Farmacie comunali riunite (Fcr) a cui spetta il coordinamento del progetto di mandato ‘Reggio Emilia città senza barriere’. Un programma che si articola fino al 22 dicembre e che coinvolge anche comuni della provincia, offre una Notte di luce anche a Sant’Ilario e un’altra ad Alghero, che ha aderito a sua volta a questa proposta.

PRIMA, DURANTE E DOPO NOTTE DI LUCE – Gli oltre oltre duemila bambine e bambini delle scuole primarie di Reggio Emilia hanno partecipato infatti, nelle scorse settimane, al progetto didattico sull’educazione alla differenza ‘Aspettando… Notte di luce’. L’attività nelle scuole è stata caratterizzata da narrazioni finalizzate alla sensibilizzazione dei ragazzi sul tema della disabilità e da laboratori musicali condotti da alcuni componenti della banda Rulli Frulli.

Ora il ritmo delle percussioni, la luce delle migliaia di candele per una città che il primo dicembre cambierà aspetto per raccontare la disabilità e la differenza come risorse culturali ed etiche. Per rendere ancora più diffusiva la partecipazione, ci saranno negozi aperti, aperitivi a lume di candela, concerti e iniziative.

La serata di sabato inizierà alle ore 18 in piazza Prampolini con l’intervento di apertura del sindaco Luca Vecchi, a cui seguirà il grande concerto della banda Rulli Frulli, con la partecipazione di Cristina Donà e Tommaso Cerasuolo dei Perturbazione.

Sarà dunque un concerto molto particolare perché centinaia di bambini – sia quelli che hanno partecipato al progetto “Aspettando… Notte di luce, sia tutti quelli che vorranno partecipare – saranno coinvolti direttamente nello spettacolo musicale attraverso la riproduzione collettiva di alcune scansioni ritmiche della Banda.

A seguire, alle ore 19.30 circa,  in piazza Fontanesi verrà allestita un’installazione di luci e candele a cura di Musei civici di Reggio Emilia, Liceo artistico Chierici e Centro diurno e residenziale La Cava-Asp Reggio Emilia Città delle Persone.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento