A Palazzo dei Musei il convegno “Crescere al Museo”

Stampa articolo Stampa articolo

Venerdì 30 novembre e sabato 1 dicembre, al Palazzo dei Musei (via Spallanzani 1) di Reggio Emilia, si svolge una due giorni di riflessione e progettazione sul rapporto tra educazione e innovazione dal titolo “Crescere al museo: educazione e innovazione per immaginare il futuro”. L’attività è proposta in occasione dei 50 anni di didattica ai Musei civici.

Obiettivo è ragionare sulle più efficaci strategie per l’apprendimento capaci di mantenere al centro la persona, creare progetti inclusivi, integrati e interdisciplinari e sempre più legati all’utilizzo di strumenti digitali. Musei, istituzioni scolastiche, università e mondo dell’open innovation si confronteranno sul ruolo educativo del museo stesso e sulle opportunità offerte dalla convergenza tra musei, educazione e innovazione.

I CONTENUTI DELLA DUE GIORNIVenerdì 30 novembre, prima giornata della due giorni di studio e progettazione “Crescere al museo: educazione e innovazione per immaginare il futuro”, in particolare, la riflessione sarà concentrata sul ruolo del museo e dei beni culturali quale fonte di ispirazione per la creatività e l’innovazione. Attraverso keynote speech di ospiti nazionali ed europei e talk tra professionisti dei vari settori, si condivideranno buone pratiche e strategie di ricerca. Tra i relatori ospiti Annemiek Spronk, Head of Schools del Rijksmuseum di Amsterdam, Margherita Sani dell’IBC dell’Emilia-Romagna, Samuela Caliari, responsabile dell’Audience Development del Muse di Trento, Annalisa Casagranda, responsabile dell’area educazione del Mart di Rovereto, Eugenia Ferrara, responsabile area scuola e divulgazione della Fondazione Golinelli Bologna, Federica Facchetti e Alessia Fassone, referenti dei progetti di inclusione sociale e didattica del Museo Egizio di Torino, Giovanna Brambilla, responsabile dei servizi educativi del GAMeC Bergamo, Damien Lanfrey, Chief innovation officer del Miur.

Sabato 1 dicembre invece, i lavori saranno occasione per discutere del nuovo spazio per l’innovazione che sarà allestito nel 2019 all’interno di Palazzo dei Musei di Reggio Emilia nell’ambito del progetto regionale Train-Er. Collocato nella “sala giardino”, adiacente al cortile retrostante il museo, nasce come spazio di progettualità condivisa tra musei, mondo dell’innovazione, scuole e università, nel quale si svilupperanno idee e si incentiverà la ricerca, con un approccio che fa leva sull’interazione tra adulti e bambini. Questo progetto affiderà un ruolo nuovo al museo, ponendolo tra i centri di innovazione e creatività del territorio, soprattutto nella relazione con le istituzioni scolastiche.

Nel corso della giornata di sabato si proveranno quindi a individuare le esigenze strumentali e le competenze da inserire nei nuovi spazi, raccogliendo idee ed esperienze che emergeranno dal coinvolgimento di diversi portatori d’interesse che operano sul territorio (docenti, animatori digitali, educatori museali, aziende e start up attive nell’ambito dell’innovazione digitale, makers, fab lab, designer, artisti…).

La recente mostra On the road. Via Emilia 187 a.C. – 2017, grazie alle sue caratteristiche allestitive, tecnologiche e comunicative, ha permesso di coinvolgere il pubblico utilizzando diverse strategie, puntando in particolare sulla contaminazione tra diversi ambiti del sapere e su allestimenti suggestivi, capaci di coniugare reperti e soluzioni tecnologiche.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento